Pubblicato il

Poca qualità, comunque piace Tre Metri Sopra il Cielo

di LUCA GUERINI

 

CIVITAVECCHIA – Appausi facili ieri sera al Teatro Traiano per lo spettacolo ‘‘Tre metri sopra il cielo – Il Musical’’ con Massimiliano Varrese. Occupato ogni ordine di posti sia dagli abbonati sia dal pubblico delle ‘‘scamarcine’’che hanno apprezzato la performance. Scontento invece il pubblico di fedelissimi che hanno criticato la scelta di inserirlo in cartellone evidenziando come, alla luce della storia e del genere dello spettacolo, fosse stato meglio programmarlo fuori abbandonamento. In tal caso, infatti, la platea sarebbe stata piena dei soli ‘‘appassionati’’. La storia di Bebi e Step ben descritta da Federico Moccia diventa un presupposto per ingenui sorrisi non accompagnati da un’effettiva qualità canora, registica e soprattutto recitativa degli interpreti. Varrese nei panni di Scamarcio cerca sempre il consenso del proprio pubblico e si dichiara poco interessato ad ogni verve realistica con dizioni e toni prettamente teatrali. Unica nota positiva la scenografia e il costoso gioco di luci che mette le velette agli occhi del pubblico per la filosofia di “chi più spende più guadagna a discapito della qualità”. Unico attore veramente interessante è stato Massimiliano Peronti nella simpatica, quanto scontata, caratterizzazione di “Pollo”.

 

ULTIME NEWS