Pubblicato il

Polizia Municipale, il Pincio rispolvera il vigile di quartiere

Moscherini propone la riorganizzazione del servizio che diventerà h24

Moscherini propone la riorganizzazione del servizio che diventerà h24

Novità in arrivo per il Corpo di Polizia Municipale. Durante una riunione operativa svoltasi al Pincio con il comandante Carlo Sisti, il sindaco ha espresso la volontà di giungere ad un potenziamento del corpo, finalizzato sia alla vigilanza del territorio che alla sicurezza del cittadino. In particolare il primo cittadino ha chiesto la predisposizione di un piano di riorganizzazione del Corpo, che si baserà su tre punti principali: il rilancio del servizio del vigile di quartiere. l’adeguamento dell’equipaggiamento e infine la copertura del servizio h24. Progetti ambiziosi che richiederanno inevitabilmente grossi sforzi di bilancio, oltre ad un ulteriore rafforzamento dell’organico, ma che lo stesso Moscherini ha giudicato inevitabile al fine di garantire la vigilanza sul territorio sia in tema di viabilità che per la lotta alla microcriminalità «La città ha bisogno del servizio del Vigile di Quartiere – ha infatti detto Moscherini – per combattere i fenomeni del vandalismo ma anche della microdelinquenza, oltre che per fornire una vigilanza del territorio. La loro presenza dovrà essere comunque non simbolica, ma avvertita come concreta e operativa dal cittadino. Quindi, gli agenti di polizia municipale in servizio dovranno avere un idoneo equipaggiamento di sicurezza, adeguato anche in caso di intervento in situazione di emergenza. Ritengo inoltre, che questo genere di servizio non possa interrompersi durante le ore notturne, quando invece la presenza dei vigili urbani può diventare ancora più preziosa. Quindi l’orario di servizio sarà esteso a tutte le ventiquattr’ore. Per giungere a questo presenteremo presto una proposta di adeguamento dell’organico, anche al fine di avere nelle file del corpo una presenza ulteriormente qualificata di personale».

ULTIME NEWS