Pubblicato il

Porto, nella terna Ciani, Tidei e Parrillo

di CRISTIANA MORI

Non c’è ancora accordo tra i partiti del centro sinistra sulla nomina del nuovo presidente dell’Autorità Portuale. Sull’argomento è infatti intervenuto ieri l’assessore regionale della Margherita Bruno Astorre, ospite della conferenza stampa degli ‘‘ex candidati’’ dell’Unione, che ha rivelato che nella terna preparata dal presdente Marrazzo, ma evidentemente non ancora inviata al Ministro dei Trasporti, ci sono i nomi di Fabio Ciani, Pietro Tidei e Giuseppe Parrillo. «Anche se – afferma Ciani – non so quanto sia legittima la candidatura di Parillo e Tidei, gia candidati nelle precedenti terne». L’assessore ha comunque precisato che la scelta che sarà fatta sul porto è di livello nazionale e quindi nulla c’entrano le vicende locali. «La Margherita, per parte sua, appoggia Ciani a tutti i livelli, senza distinzioni di correnti e di aree». Poco dopo, allo Sporting Club è intervenuto invece il coordinatore regionale di Italia dei Valori Stefano Pedica, che ha rivelato che «nel braccio di ferro tra Ds e Margherita, si sceglierà certamente una terza via». Pedica ha ricordato che il decreto di nomina va concordato anche tra i ministri ai Trasporti e alle Infrastrutture e Di Pietro sta dando come indirizzo quello di chiedere la nomina di un tecnico «per rappresentare gli interessi di sviluppo del porto». Pedica ha infine detto che «la terna la Regione non la manda perché non è in grado di mandarla. Ovunque tocca, tocca male per Ds e margherita. A scegliere il presidente dell’Authority sarà quindi la presidenza del consiglio, come previsto dalla normativa con una nomina tecnica che accontenti tutti i partiti. Il nodo verrà sciolto sicuramente dopo il congresso della Margherita».

ULTIME NEWS