Pubblicato il

"Il nuovo sindaco pensi ad un'efficace politica turistica"

di FRANCO FARINA

Un’efficace politica turistica per Civitavecchia. Nuove linee di indirizzo e di fattibilità concrete per dare alla nostra:città uno sbocco economico nuovo, affrancato dalle annose e deleterie servitù energetiche,da un lato, e non soltanto legato ad un ancora confuso percorso di probabile affermazione industriale, dall’altro. E’ quanto, ritengo, si debba chiedere a chi andrà, tra poco più di un mese, a reggere le sorti di Civitavecchia, dopo un travagliato e davvero non edificante periodo amministrativo. Una richiesta dal sapore provocatorio che non nasce dal puro desiderio di mettere altra carne sul fuoco in un momento, quale quello attuale, caratterizzato da un serrato confronto tra domanda della città ed offerta dei singoli candidati. Da decenni Civitavecchia insegue una sua adeguata collocazione turistica. Da troppo tempo le sue risorse naturali, la sua vicinanza a Roma, la presenza nel suo territorio di importanti testimonianze archeologiche (etrusche e romane), le sue specialità gastronomiche di tipica città marinara e, per ultimo, il suo porto, divenuto punto di riferimento crocieristico di valenza internazionale, non sono stati valorizzati a dovere.
E’ quindi più che necessario ed urgente svegliarsi da questo deleterio torpore che ha visto sino ad oggi la nostra città protagonista in negativo. Eppure la volontà, il desiderio di fare qualcosa di nuovo, di cambiare radicalmente rotta, ci sono e lo dimostrano alcune iniziative che hanno preso vita negli ultimi quindici anni, ma rimaste, purtroppo, incompiute. Bisogna scrivere un capitolo nuovo per una Civitavecchia veramente turistica.

ULTIME NEWS