Pubblicato il

"NoInsieme denuncerà il malcostume della città che non nasce e finisce con Enel"

Associazione NoInsieme

risposta a Capolonghi

 

Lungi da Noi la voglia, così come detto dal Sig. Capolonghi, di aprire un dibattito a distanza che rischierebbe di non interessare i molti e coinvolgere i partecipi nella ricerca di una sterile “ultima parola”. Come detto però esige risposte il nostro comprensorio, esige soprattutto una sferzata d’orgoglio, di concretezza, di partecipazione, di chiarezza ed in questa ottica ci troviamo nella circostanza che una risposta può e deve servire alla causa comune. La chiarezza, noi non abbiamo fatto nomi, è stata per così dire “una licenza poetica dell’editore” (senta la Redazione per conferma). L’editore, Centumcellae.it, và però anche citato per il suo atteggiamento assolutamente bi-partizan, aperto nei confronti di tutti e non solamente di alcune “lobby” che invece imperversano in altri quotidiani telematici (che infatti non hanno pubblicato la nostra prima replica).
Dato a Cesare quel che è di Cesare, passiamo alla seconda precisazione. I membri del Direttivo dell’Associazione NoInsieme hanno, in grande maggioranza, sempre partecipato come singoli cittadini a tutte le manifestazioni no-coke, rimediandosi anche alcune denunzie come in occasione del blocco dell’Aurelia nei pressi di Tarquinia. Qualcuno, si potrebbe domandare, perché singolarmente e non come Associazione? Perché abbiamo ritenuto, in passato, che quanto di buono la nostra struttura riusciva a fare nel sociale, potesse essere messo in discussione e reso meno credibile da eventuali prese di posizione “pubbliche”. Qualcuno allora ci potrebbe chiedere perché uscire ora dal nobile “anonimato” del volontariato per passare al più “trafficato” ambito dei “pensatori parlanti”? Perché siamo stanchi di vedere ciò che vediamo, di subire ciò che subiamo, di vivere una delle realtà più “compromesse” dell’intero territorio nazionale. Ed allora stia tranquillo, Sig. Capolonghi, che ci troveremo NoInsieme a perorare le giuste cause ed ancor di più Noisieme inizieremo a denunziare il malcostume di questa Città che non nasce e finisce soltanto nell’ambito Enel. Noinsieme ci sarà, ci auguriamo che Lei ci sarà, ma soprattutto ci auguriamo di vedere finalmente presente quella “collettività” che oggi sembra inerme davanti ad un cupo destino ma che ha le radici, la storia, un passato millenario, che non può essere dimenticato, sconfitto, annullato dal breve volgere degli ultimi disastrosi, nefasti ed incomprensibili trenta anni.

ULTIME NEWS