Pubblicato il

"Sui treni si fa la sauna"

Due sms al giorno, dal 28 giugno ad oggi, per segnalare all’agenzia regionale Aremol ritardi, soppressione dei treni ed il costante non funzionamento dell’impianto di condizionamento. E ancora denunce al personale presente sui treni, email ai responsabili di Trenitalia Lazio. «Nessuna risposta e nessun cambiamento – ha sottolineato il presidente del Comitato Pendolari Litoranea Roma Nord Roberto Oertel – anzi la situazione è sempre più critica». L’ultimo esempio è quello di martedì scorso «quando – ha aggiunto Oertel – alle 17.25, dopo aver atteso oltre un’ora alla stazione di Roma Ostiense il primo treno utile per Ladispoli, in quanto il precedente era stato soppresso siamo riusciti a salire lottando con gli altri 600 pendolari presenti in stazione sul treno Vivalto (con finestrini completamente amovibili) diretto a Grosseto, viaggiando in piedi, stipati, con il condizionamento dell’aria che come al solito non funzionava. Risultato: sauna, con il capotreno che invece voleva convincerci del buon funzionamento dell’impianto». Si tratta di un problema che si ripete puntualmente ogni estate, ma finora mai risolto.

ULTIME NEWS