Pubblicato il

"Tutela dell'Ambiente, in ogni senso"

A tu per tu con l’assessore Fabiana Attig: le nuove sfide del suo settore. «La lotta al degrado ai primi posti: ora l’emergenza, poi la programmazione» Discarica, al lavoro per il sito comprensoriale. Energie rinnovabili: «Una scommessa da non perdere» 

A tu per tu con l’assessore Fabiana Attig: le nuove sfide del suo settore. «La lotta al degrado ai primi posti: ora l’emergenza, poi la programmazione» Discarica, al lavoro per il sito comprensoriale. Energie rinnovabili: «Una scommessa da non perdere» 

Un assessorato complesso che affronta la tematica dell’ambiente in tutte le sue sfaccettature. E che ha davanti, per la sua nuova guida, un lavoro gravoso e una serie di importanti sfide. L’assessore Fabiana Attig però non si perde d’animo e ha già iniziato ad affrontare, una ad una, le questioni più più urgenti delle sue deleghe che vanno dal verde all’arreso urbano, dalle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata e smaltimento rifiuti, alle iniziative contro l’inquinamento.
«La situazione che ho trovato era per certi versi prevedibile – ammette Attig – due anni di commissiariamento hanno, di fatto, creato un rallentamento che ha portato a non terminare iter già iniziati, a ridurre l’attività amministrativa al limite della sopravvivenza. E’ mancata una programmazione, si sono gestite solo le emergenze. Anche il personale va rimodulato, con alcuni accorgimenti pur rispettando la dignità professionale di ciascuno».
Il decoro urbano, la lotta contro il degrado sono questioni che stanno particolarmente a cuore ai cittadini perché toccano da vicino la qualità della vita. L’Amministrazione sembra, in questo senso, essere partita col piede giusto.
«Per il momento stiamo realizzando la pulizia straordinaria degli arenili e dei quartieri. Chiaramente si tratta di interventi di somma urgenza che ci consentiranno di migliorare la situazione a breve termine. Poi occorrerà una programmazione, da realizzare e inserire nel bilancio. Nei prossimi giorni comunque incontrerò i presidenti di Circoscrizione che ho già invitato a fornire il pregresso delle esigenze prioritarie per concertare un piano di intervento più capillare».
Uno dei nodi più delicati è quello della discarica e del reperimento del sito comprensoriale.
«Siamo al lavoro per l’individuazione del sito comprensoriale,ho già avviato un primo contatto coi sindaci per trovare un ambito che sia ottimale. Abbiamo solo sei mesi di tempo, che di certo non sono molti, ma bisogna farseli bastare. E contemporaneamente verificare anche un sito idoneo per il selezionatore dei rifiuti»
Il selezionatore fa il paio con la raccolta differenziata.
«Intanto porteremo avanti il progetto già iniziato dalla precedente amministrazione, approvato dalla Provincia di Roma della raccolta porta a porta ad Aurelia e lo allargheremo anche agli altri quartieri. La raccolta differenziata è un servizio fondamentale, va potenziato e soprattutto non deve restare fermo alle campane. Anche i compattatori vanno adattati».
Il canile: molti i problemi ancora sul tappeto.
«Un plauso va senz’altro ai volontari che lo portano avanti seppur con poche risorse. C’è una convenzione che va rinnovata. E comunque è una struttura che va migliorata magari trovando anche un sito più adatto. Secondo la mia idea potrebbe essere creata una clinica per animali, un centro di addestramento per cani da compagnia, per i ciechi, per la pet therapy. Va realizzato anche, io credo, una sorta di parco di divertimento per i bambini. Insomma, le idee ci sono, e le portaremo avanti anche di concerto con gli altri assessorati, ad esempio con i servizi sociali».
Tra le sue deleghe anche quella relativa alle energie rinnovabili.
«E’ una scommessa che non possiamo perdere. Tutti i nostri sforzi andranno nella direzione della tutela della salute e dell’ambiente della città e del territorio»
B. Bor.

ULTIME NEWS