Pubblicato il

Rdb: "Sui precari solo l'unione fa la forza"

CIVITAVECCHIA – Sul problema della stabilizzazione dei precari del comune di Civitavecchia, è intervenuto anche il sindacato Rdb Cub. Dopo le dichiarazioni rese dalla Uil, Flavio Zeppa e Silvia Salvatori hanno fatto sapere di non condividere le posizioni finora espresse dall’Amministrazione Comunale, dai sindacati confederali e dal comitato ‘‘Diamoci da Fare’’, in merito al destino degli 80 lavoratori del Pincio, ancora a rischio licenziamento. «E’ ora di farla finita con le beghe politiche – si legge in un comunicato – e di tornare a pensare al benessere dei lavoratori». Rdb fa la voce grossa anche con i colleghi sindacalisti «Non è proprio il caso di avallare le leggi 30 e le Treu – fanno sapere – ben venga l’unione delle forze sindacali per cancellare la precarietà». Parole tutt’altro che dolci per il movimento precari del Diamoci da fare: «Chiediamo chi siete, da dove siete usciti fuori – continua la nota – e come mai soltanto ora fate sentire il vostro ronzio anonimo». Rdb Cub, ribadendo che il comitato dei precari è uno solo, si dice tuttavia pronto ad accogliere il nuovo movimento, a patto che questi contribuisca concretamente a raggiungere la stabilizzazione.

ULTIME NEWS