Pubblicato il

Rinaldi: "Con il carbone l'Enel guadagna ed i cittadini…rimborsano l'UE''

Riceviamo e pubblichiamo dall’ingegner Pietro Rinaldi, in riferimento all’articolo “I no-coke si preparano alla marcia contro il carbone”, dove per un refuso è uscito il dato “13.200 tonnellate annue di emissioni in atmosfera di CO2 da TVN”, anziché “13.200.000 (ovvero 13 milioni e 200 mila tonnellate anno)”, come rileva l’ingegner Rinaldi che poi aggiunge: “tale cifra che, in base ai miei calcoli legati al consumo di carbone si aggirerà intorno ai 15 milioni di tonn./anno, è uno dei punti chiave della inadeguatezza della scelta carbone per la produzione energetica (il massimo emettitore di CO2 nella combustione)”.

“Per fornire una dimensione del problema – prosegue Rinaldi – posso citare una dichiarazione (Gennaio 2007) di Corrado Clini, direttore del Dipartimento ricerca ambientale e sviluppo del ministero dell’Ambiente: ‘L’Italia con il suo patrimonio agroforestale assorbe 16 milioni di tonnellate di carbonio ogni anno’. Questo significa che TVN emetterà CO2 nell’atmosfera ogni anno, qualora entrasse in funzione, ovvero la stessa quantità di quella liberata dal patrimonio Forestale Italiano”. Lo stesso Dott. Clini dichiarò (gennaio 2007) che considerando che all’Italia ogni tonnellata costa 10 euro (per le quote della Comunità Europea), sono 160 milioni di euro risparmiati grazie all’ assorbimento delle emissioni di carbonio da parte del Verde Italiano”.

“Ne consegue – conclude Rinaldi – che con le emissioni di TVN quei 160 milioni di Euro dovranno essere pagati alla Comunità Europea , secondo gli accordi sulle quote di emissione,…. con le tasche dei cittadini. E questo lasciando salvo il guadagno degli azionisti ENEL spa ? E questa è giustizia sociale?”.

ULTIME NEWS