Pubblicato il

Roma e dintorni

PROCESSIONE DEL SS. CROCEFISSO
Oggi – Bagnoregio, Viterbo

Anche quest’anno a Bagnoregio torna il 6 aprile 2007 la rievocazione della passione di Cristo. La parte focale di questa Processione del Venerdì Santo è l’immagine del SS. Crocefisso di Civita che – pare – parlò ad una pia donna durante la peste del 1499. Tale manifestazione, che ebbe origine nella prima metà del 1600, si svolgeva nella contrada di Civita e vi partecipavano, oltre al Clero, le Confraternite, i cantori e il popolo. La Processione continuò a svolgersi nella contrada fino al 1850 quando fu spostata a Bagnoregio. Dopo il trasferimento della manifestazione a Bagnoregio, è nata una sorta di rivalità campanilistica tra il paese e la borgata di Civita, che trae origine dalla convinzione che il SS. Crocefisso debba rientrare ad ogni costo nella propria chiesa entro la mezzanotte del Venerdì Santo, qualora ciò non accadesse questi passerebbe di proprietà di Bagnoregio (oppure, secondo un’ altra leggenda, Civita scomparirebbe per sempre).

PELLEGRINAGGIO ALLA GROTTA
Lunedì dell’ Angelo – Blera, Viterbo

Il lunedì di Pasqua, 9 aprile 2007, parte da Blera il tradizionale pellegrinaggio alla Grotta di San Vivenzio presso Norchia (12 chilometri) tra preghiere e canti popolari, intonati dalla confraternita La Bianca. Giunti sul posto, dopo la Messa e l’omaggio all’eremo del Santo, si allestisce un pranzo al sacco (con pizze, uova sode e salame). Poi, il ritorno al paese con arrivo nel tardo pomeriggio per la benedizione finale, davanti alla chiesetta del Suffragio con il sottofondo della banda musicale. Blera e Norchia (partenza e arrivo del pellegrinaggio) vantano necropoli rupestri di rara suggestione (dal VII al II sec. a.C.). A Blera i sepolcreti etruschi più spettacolari sono quelli di Pian del Vescovo (tomba della Sfinge), del Terrone, della Casetta e di Grotta Penta. A Norchia la vasta necropoli (IV-II sec. a.C.) si scopre tra una vegetazione selvaggia da cui emergono monumenti funerari scavati nel tufo.

BI-SETTIMANA GASTRONOMICA
Dal 2 aprile al 15 aprile 2007 – Ladispoli, Roma
Anche per quest’anno, torna dal 2 al 15 aprile 2007, la Bi-settimana gastronomica di Ladispoli, in parallelo alla Sagra del carciofo, la cui 57^ edizione è programma dal 13 al 15 aprile 2007. Questa golosa manifestazione nasce per dare a tutti la possibilità di assaggiare il re della sagra: il carciofo in tutte le salse, comodamente seduti a tavola! E’ così che, anni fa, è nato un accordo con i ristoranti della zona che, per l’occasione, preparano menu turistici a base di questo versatile vegetale. La risposta del pubblico e dei ristoratori è stata assai positiva e così la manifestazione continua con un seguito sempre più numeroso e ricette sempre più gustose e particolari! Quest’anno i migliori ristoranti della zona offrono al prezzo fisso di € 20,00 menù turistici a base di carciofi che prevedono oltre sessanta ricette diverse. Inoltre saranno organizzate interessanti tavole rotonde e seminari curati dall’ARSIAL sulle proprietà nutrizionali del carciofo (Chiedere la brochure con l’indicazione dei ristoranti che aderiscono all’iniziativa e i relativi menù). A tal fine saranno preparati opuscoli, volantini ed ogni altro tipo di materiale informativo cartaceo ed informatico attraverso il quale portare a conoscenza di un vasto pubblico la storia della zona, la nostra cultura e le nostre origini. Saranno proiettate anche delle diapositive relative alle testimonianze storiche del comprensorio, in questo modo, utilizzando come cassa di risonanza la Sagra del Carciofo che in media attira circa 200.000 persone ogni anno, si potrà promuovere attraverso diversi canali di fruizione la città, la sua storia, le sue origini.

ULTIME NEWS