Pubblicato il

Rossi, pubblico freddo al Traiano

E’ iniziato a toni bassi ed è finito senza il botto il cartellone di prosa del Teatro Traiano. L’ultimo spettacolo in programma, “Chiamatemi Kowalski” che per due volte aveva dato forfait alla nostra città, ha riscosso successo di pubblico ma non di risate. Protagonista della serata di ieri è stato l’attore Paolo Rossi che ha rispolverato dopo diciotto anni con piccole variazioni su tema alcuni di classici del suo repertorio. Il risultato è stato uno spettacolo non sempre brillante e con battute spesso prevedibili o già note. Pur citando Shakespeare e Moliere, “bersagli” dei precedenti allestimenti, la serata non è riuscita a decollare e l’unico punto di forza è stata l’improvvisazione. Coinvolgendo il pubblico presente in sala il comico ha dato vita ad un’esilarante sketch contaminando il western alla commedia napoletana, il porno al vaudeville. Lo show-man si è cimentato anche PAOLOcon la musica e, di ritorno dall’Ariston, ha preferito non proporre il pezzo sanremese “In Italia si sta male” brano inedito del cantautore Rino Gaetano. Come annunciato alla vigilia è stata confermata l’assenza della cantante romana Syria che ha accompagnato il comico triestino per molte tappe della stagione. Nota positiva la band che ha condiviso il palco con Paolo Rossi composta da Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Marco Parenti. Freddi applausi a fine spettacolo dagli abbonati del teatro Traiano che si aspettavano maggior divertimento per uno dei pochi spettacoli comici del cartellone di prosa, mentre lo spettacolo è stato molto apprezzato dai fans di Paolo Rossi. L’attore nelle ultime battute della serata ha dato voce alla petizione svoltasi all’ingresso del teatro riguardo i problemi idrici di Civitavecchia. La serata verrà riproposta per gli abbonati del turno B questa sera alle 21.

ULTIME NEWS