Pubblicato il

Rossi: "Modifichiamo il tracciato dei marciapiedi della zona industriale"

Nei lavori di rifacimento non sono stati previsti gli scivoli per disabili

Nei lavori di rifacimento non sono stati previsti gli scivoli per disabili

CIVITAVECCHIA – Ambiente e lavoro scrive al al sindaco Moscherini, all’assessore ai Lavori pubblici Zappacosta, al presidente IV^ Circoscrizione, Ballottari, per contestare il rifacimento dei marciapiedi nella zona industriale che non prevedono gli scivoli per i portatori di handicap. Il consigliere circoscrizionale Gabriella Rossi, sottolinea che “chi ha progettato i lavori di rifacimento di tutti i marciapiedi della Zona Industriale sembra non aver tenuto conto che potrebbero anche essere utilizzati da “persone con ridotte o impedite capacità motorie o sensoriali”, in quanto mancano le rampe di accesso, gli scivoli a norma”. “Va fatta un’attenta analisi sulla grande quantità di ostacoli vissuti dalla collettività a causa delle nostre città scomode e non curanti del prossimo -scrive la Rossi – Una città moderna, come Civitavecchia, dovrebbe mettere in grado i cittadini, meno fortunati di altri, di svolgere la propria vita al meglio, diminuendo per quanto possibile gli ostacoli dati da una “manutenzione e progettazione handicappata”. Quello di rendere la città accessibile urbanisticamente è un problema che si può risolvere iniziando dalle piccole cose come ad esempio i marciapiedi, per fare ciò bisognerebbe essere convinti della necessità di rendere la propria città adatta a tutti i cittadini comprese le “persone con particolari necessità”.  “Una buona amministrazione – prosegue la Rossi – dovrebbe cercare di fare interventi atti a modificare la consuetudine di pensare che ad esempio i marciapiedi della nostra Zona Industriale sicuramente non sarebbero stati mai utilizzati da persone sulla sedia a rotelle, da anziani, da persone obese, da mamme con passeggini, tutte categorie che spesso si trovano di fronte a diverse situazioni di svantaggio, situazioni di disagio in una città piena di ostacoli. Spero che si possa procedere quanto prima a modificare il tracciato dei marciapiedi in questione e soprattutto a fare in modo che in futuro si possa procedere ad una progettazione che tenga conto di ciò che ci circonda e delle esigenze di chi ci sta accanto”.

ULTIME NEWS