Pubblicato il

Rsu sull'assenteismo: "E' una manovra del Sindaco"

I sindacati dei dipendenti comunali definiscono improbabili i dati pubblicati ma non forniscono altre cifre per un contraddittorio. Dietro le medie riportate dalla stampa, le parti sociali leggono ‘‘una strategia per arrivare alle holding’’. Sull’attuale situazione delle malattie sospette nessuno si è espresso. Preannunciate 3 assemblee per lunedì, mercoledì e venerdì  

I sindacati dei dipendenti comunali definiscono improbabili i dati pubblicati ma non forniscono altre cifre per un contraddittorio. Dietro le medie riportate dalla stampa, le parti sociali leggono ‘‘una strategia per arrivare alle holding’’. Sull’attuale situazione delle malattie sospette nessuno si è espresso. Preannunciate 3 assemblee per lunedì, mercoledì e venerdì  

CIVITAVECCHIA – Neppure un dato verificato, nessuna contestazione fatta di numeri e cifre, solo una controffensiva sindacale ai dati riguardanti l’assenteismo tra i dipendenti comunali, preceduta da un riepilogo dei fattori che hanno portato alla procedura di raffreddamento. Questo in sintesi l’esito della conferenza delle Rsu, facente seguito all’articolo apparso nei giorni scorsi sulla Provincia, che assegnava un triste primato a una parte dei lavoratori del Pincio. Presenti 12 rappresentanti Rsu, che hanno voluto attribuire l’articolo ad una specifica volontà dell’amministrazione comunale: «Non crediate – hanno riferito – che questa messa in scena possa consentire a qualcuno di fare le holding e privatizzare i servizi». Al di la delle considerazioni individuali, c’è stata una flebile contrarietà ai numeri del quotidiano, non suffragata da differenti cifre che, se fornite dalle Rsu avrebbero potuto quanto mento aprire un utile contraddittorio. Le percentuali riportate lo scorso mercoledì, sono state dichiarate inattendibili dai sindacati: «Nei 25 mila giorni di assenza c’è anche la legge 104, assenza retribuita consentita alle persone disabili, oltre ai congedi straordinari, ai lutti e ai concorsi». Intanto il sindacato nella giornata di ieri ha tappezzato il Comune di manifesti in cui si legge: «Caro sindaco, anche noi vigileremo attentamente sul suo operato – oppure – grazie sindaco per gli auguri di Natale mandati in anticipo ai suoi dipendenti e alle loro famiglie». Le Rsu non hanno risparmiato neppure la stampa, la stessa che non ha mai disdegnato di pubblicare le giuste osservazioni e le corrette battaglie finora portate avanti dalle organizzazioni sindacali, sigle sempre attente a ‘‘prenotare spazi in pagina’’ o interviste video. Repliche anche all’intervento di Balloni: «Non è il caso di chiedere oggi l’aiuto dei sindacati, occorreva discutere prima». Intanto è stata preannunciata la vertenza in essere e 3 assemblee sull’assenteismo, che dovrebbero svolgersi lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Si è poi passato da un argomento all’altro, con riferimenti ai molti assunti in base all’articolo novanta e ad una scrivania ordinata dal sindaco per una cifra di oltre 8.000 euro lordi. L’imperativo quindi è: Giù le mani dai dipendenti, controlliamo piuttosto i controllori. Tesi condivisa, anche se alcuni interrogativi tuttavia rimangono. Alla domanda rivolta alle Rsu: «Secondo voi il livello di assenteismo dei dipendenti comunali, così com’è va bene? E ancora – cosa avete proposto fino a questo momento per contrastarlo?» ha fatto seguito un imbarazzato silenzio, durato pochi secondi e poi rotto da molteplici tesi incomprensibili, tutte discordanti tra loro.

ULTIME NEWS