Pubblicato il

Ruba carte di credito, arrestato dai Carabinieri

Furto aggravato ed uso fraudolento di carte di credito rubate. Questa l’accusa per un ventisettenne civitavecchiese, D.R. le sue iniziali, arrestato l’altro pomeriggio dai Carabinieri della Stazione. Il ragazzo si era impossessato di una valigetta, con all’interno diverse carte di credito, rubata dall’auto di un noto commerciante locale, lasciata per qualche minuto incustodita e con il motore acceso, a largo mons. D’Ardia. Al ritorno in macchina il commerciante non si è reso conto che D.R. si era intrufolato all’interno portando via la ventiquattrore. Ma quando sul proprio telefono cellulare sono iniziati a giungere i messaggi che le banche inviano ai clienti per controllare i movimenti effettuati, allora si è rivolto alla Stazione dei Carabinieri per denunciare il furto. Intanto D.R. non aveva perso tempo, anzi: aveva immediatamente utilizzato le carte, anche per rifornire di benzina la propria vettura. Ma proprio queste azioni hanno permesso in poco tempo ai Carabinieri di intercettarlo. Un rapido controllo telematico fatto da un brigadiere sulle spese fatte con la carta hanno infatti indirizzato i militari ad un distributore di benzina del centro. Qui un testimone ha descritto tipo e colore dell’auto del giovane. Controlli incrociati hanno condotto gli uomini dell’Arma a casa di D.R., dove il ventisettenne era appena tornato e stava tentando di nascondere i contanti, mentre aveva già abbandonato le schede in una strada vicina, nello stesso quartiere. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Borgata Aurelia, dove rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria.

ULTIME NEWS