Pubblicato il

Rubavano rame dai binari: due arresti

CARABINIERISono tre gli arresti portati a termine dai Carabinieri a Ladispoli, in due distinte operazioni svoltesi tra ieri e oggi. Ultimi in ordine di tempo quelli effettuati dagli uomini dell’arma, in collaborazione con la sottosezione di Civitavecchia della Polizia Ferroviaria, alle 2 del mattino di ieri sulla linea ferroviaria Torino-Genova-Civitavecchia-Roma, proprio nel territorio di Ladispoli. I militari, con i colleghi della Polfer, hanno sorpreso D. C. D. 21enne, originario di Trani, ma residente a Napoli, e B. A., tunisino, domiciliato invece a Campo di Mare, intenti a rubare del rame. In particolare i due avevano tagliato con delle tronchesi delle matasse del prezioso materiale, appropriandosi di circa 200 metri di cavo, la cui vendita sul mercato avrebbe fruttato diverse migliaia di euro. Contestualmente sono state quindi avviate alcune perquisizioni a Civitavecchia, Cerveteri e Napoli, per sgominare l’organizzazione alla quale, secondo le forze dell’ordine, i due malviventi appartengono. Entrambi si trovano ora nel Carcere di Borgata Aurelia a Civitavecchia, a disposizione della Procura della Repubblica. In un’altra operazione condotta sempre dai Carabinieri a Ladispoli, a finire in manette è stato N. N. un giovane rumeno (classe ‘81), che si era reso responsabile del furto di una autovettura. Il fatto è accaduto ieri in pieno centro, in Viale Italia, una delle vie più frquentate della città balneare. Lì una coppia aveva appena parcheggiato l’autovettura, e si stava allontanando per fare acquisti, quando uno di loro ha notato un giovane introdursi velocemente nell’auto e partire.Avvertiti i Carabinieri, sono subito scattati i controlli con tanto di posti di blocco, All’operazione hanno partecipato diverse pattuglie, una delle quali, dopo poco, ha intercettato il fuggitivo. Alla vista dei militari il giovane si è reso conto che la sua corsa era terminata. Tratto in arresto dagli uomini dell’Arma, è stato anche lui tradotto al Carcere di Civitavecchia, a disposizione dellla magistratura. Nello stesso giorno i carabinieri hanno inoltre arrestato a Passoscuro, D. E., una nomade trentenne, adocchiata durante un servizio perlustrativo, mentre si aggirava insieme ad altri nomadi in una zona residenziale e per lo più disabitata nei mesi invernali. Senza perdere di vista il gruppetto i militari hanno poi chiamato altre pattuglie, notando subito dopo l’assenza della giovane, sorpresa poco dopo mentre cercava di aprire la porta di una abitazione. Dopo alcuni controlli la nomade è risultata destinatara di diversi ordini di carcerazione spiccati dai Tribunali di Napoli e Maria Capua Vetere per furti aggravati.

ULTIME NEWS