Pubblicato il

Scavi della Castellina, donati reperti al Comune

Si è svolta oggi presso la Biblioteca Comunale, la conferenza stampa sulla donazione all’Archivio comunale di 23 scatole di materiale scientifico e reperti provenienti dallo scavo archeologico della Castellina (dietro l’attuale spiaggia del Marangone). Tra i presenti il Sindaco Moscherini, il delegato alla Cultura Quartullo, il direttore scientifico dello scavo Jean Gran Aymerich (nella foto) il presidente del Associazione Archeologica Centumcellae e Adriano Sansonetti in rappresentanza della fondazione Cariciv. «Il sito – ha commentato l’archeologo Aymerich – fu scoperto nel 1913 da Salvatore Bassanelli ed è un qualcosa di formidabile». Dai lavori sarebbe emersa una quantità infinita di reperti, dall’habitat protostorico all’etrusco, dall’epoca romana a quella ellenistica. Presentata inoltre la bozza della pubblicazione sratigrafica. Visibilmente soddisfatto il Sindaco: «E’ una cosa meravigliosa, che va fatta riemergere dalle catacombe in cui è stata tenuta nel corso degli anni». Il primo cittadino ha posto infine l’accento sul discorso riguardante piazza del Conservatorio «Questa amministrazione – ha fatto sapere – è intenzionata a musealizzare quell’area, pertanto l’immobile che doveva nascere in quel punto sarà collocato in un posto più idoneo».

ULTIME NEWS