Pubblicato il

Senza stipendio, protestano i dipendenti Ri.Rei. <br />

S. Severa. Oggi i lavoratori della struttura ex Anni verdi hanno presidiato la sede. Domani sit-in sotto la Asl di Civitavecchia. Affissi striscioni contro il presidente della Regione , Piero Marrazzo: «Da mi manda Rai tre a chi l’ha visto»

S. Severa. Oggi i lavoratori della struttura ex Anni verdi hanno presidiato la sede. Domani sit-in sotto la Asl di Civitavecchia. Affissi striscioni contro il presidente della Regione , Piero Marrazzo: «Da mi manda Rai tre a chi l’ha visto»

di CRISTIANO A. DEGNI

SANTA SEVERA – I dipendenti della struttura assistenziale già gestita dalla onlus Anni verdi sono scesi in strada, stamane, per protestare contro il consorzio Ri.Rei., che ha avuto in gestione la struttura direttamente dalla Asl RMF. Motivo dell’agitazione è stato il mancato pagamento della retribuzione del mese di marzo, ieri non ancora liquidata. Per sensibilizzare la città i lavoratori hanno affisso degli striscioni mediante i quali puntano il dito contro il presidente della Regione Marrazzo e l’assessore alla Sanità Battaglia. I dipendenti del consorzio continueranno la loro forma di protesta, consistente in un pacifico sit-in: oggi di fronte la struttura di via dei Normanni, domani sotto la sede della Asl a Civitavecchia. Ciò fino a che non otterranno risposte concrete. Secondo il rappresentante sindacale di RdB-CUB, presente con i lavoratori: «Il problema della mancanza di serietà nella gestione della struttura si ripresenta con le stesse caratteristiche di un anno fa. Abbiamo più volte sottolineato che l’assegnazione della gestione ad un consorzio, effettuata peraltro senza gara, non ha spostato il problema. Nel capitolato – continua il sindacalista – era prevista la garanzia di autosufficienza finanziaria del consorzio almeno pari ad un anno di gestione. Oggi siamo qui a protestare perché quell’autosufficienza non esiste». I lavoratori si dicono preoccupati: «Se non fossero state necessarie delle solide basi finanziarie anche noi lavoratori avremmo potuto costituirci in cooperativa e prendere in gestione il complesso, continuando a fare il lavoro che sappiamo fare». A prestare la sua solidarietà ai lavoratori in lotta, il consigliere comunale Angelo Grimaldi che ha dichiarato di voler presentare un’interrogazione urgente per «far schierare anche l’amministrazione comunale a fianco dei lavoratori al fine di tutelare i loro diritti e conservare viva una struttura assistenziale che svolge un’importante funzione sociale».

ULTIME NEWS