Pubblicato il

Servizi pietrificati in periferia

Servizi pietrificati in periferia 5 Settembre, ore 9.00 – Ufficio Postale di Campo dell’Oro – sono l’ultimo della già nutrita fila e già con le spalle alla porta – davanti a me conto 27 persone, il che, nell’angustia di spazio del locale, significa darsi di gomito – fuori la fila si va allungando all’addiaccio sul marciapiede con 15° di temperatura e quel vento fresco insistente che da ieri l’ha fatta calare di oltre 10° – all’interno…si suda – solo due sportelli aperti per pensioni e conti correnti ; il terzo disbriga esclusivamente gli altri “prodotti postali” ! Questa è la fotografia di un’altra “normale” giornata del disagio che s’è andato incancrenendo da anni in questa agenzia, nata a suo tempo per servire un’utenza che ad oggi s’è quasi decuplicata e continua a crescere nel nuovo insediamento di Boccelle, allora inesistente ! Di converso, al centro gravitano ben tre uffici nel raggio di meno di 500 metri ! Sono ormai 11 anni (dal 1996) che da queste periferie si reiterano appelli sempre più inferociti ( fino all’ultimo corredato da ben 800 firme !) tutti protocollati presso le Istituzioni preposte, Ente Poste e le ben quattro amministrazioni Comunali succedutesi in primis, ed, a seguire, le Circoscrizioni, per porre rimedio a questo modo indecente ed incivile di trattare cittadini/contribuenti che, come tutti, questo servizio se lo pagano. e salato, dalle proprie (tar)tassate tasche ed i continui aumenti delle tariffe postali. Vogliamo aggiungerci il pubblico trasporto? Avremo occasione di parlarne in altro momento. Nel frattempo “grandi (?) opere” si sono avviate e compiute (?), ma di questa, che sarebbe pure un “grande” segnale di attenzione e di rispetto della pari dignità di noi “periferici”, tutti non se ne sono potuti “freg….” più di tanto ! L’espressione è rozza? Forse sì, ma non ne troviamo di più efficace!

Gennaro Goglia

ULTIME NEWS