Pubblicato il

Spiaggia, Tarquinia sale a ‘‘tre vele’’

E’ stata resa nota oggi la classifica della Guida Blu 2007 di Legambiente pubblicata dal Touring Club italiano Non va male neanche a Montalto di Castro che resta stazionaria. Peggio Santa Marinella che non ce la fa a crescere Il litorale etrusco unico nel Lazio a registrare l’incremento. Sollievo dopo i dati del ministero della Salute: mare viterbese inquinato su un quinto della costa

E’ stata resa nota oggi la classifica della Guida Blu 2007 di Legambiente pubblicata dal Touring Club italiano Non va male neanche a Montalto di Castro che resta stazionaria. Peggio Santa Marinella che non ce la fa a crescere Il litorale etrusco unico nel Lazio a registrare l’incremento. Sollievo dopo i dati del ministero della Salute: mare viterbese inquinato su un quinto della costa

TARQUINIA – La spiaggia etrusca è l’unica nel Lazio che sale di un posto nella classifica della Guida Blu 2007 di Legambiente. I dati, pubblicati dal Touring Club italiano, sono stati resi noti oggi. Tarquinia passa finalmente da due a ‘‘tre vele’’, ed è l’unica località nella nostra regione (su dodici analizzate) ad essere premiata, registrando miglioramenti in quasi tutti i settori analizzati. Non va male però neanche a Montalto di Castro che si mantiene stazionario a ‘‘tre vele’’ già assegnate da Legambiente lo scorso anno. Le due località della provincia di Viterbo risultano seconde (insieme a Ponza e Gaeta) solo all’isola di Ventotene (LT) alla quale sono invece state assegnate quattro vele. Cinque, è il massimo del premio assegnato dalla guida, che però non è stato raggiunto da nessuna località laziale. Va peggio alla spiaggia di Santa Marinella che non ce la fa a crescere, ma si mantiene a ‘‘due vele’’, insieme a Sabaudia, Sperlonga, Ostia e San Felice Circeo. A Tarquinia, nonostante la pressione turistica si faccia sentire, quest’anno la situazione secondo Legambiente è migliorata grazie ad interventi mirati alla depurazione; mentre Montalto di Castro (Vt), rimane ferma, grazie alla realizzazione dell’interessante stabilimento che ha messo al bando le barriere architettoniche sulla spiaggia e in acqua. Santa Marinella, mantiene ferma la posizione in classifica per i positivi parametri che fotografano la qualità dell’accoglienza e la sostenibilità turistica. Alla base dei giudizi attribuiti ogni anno da Legambiente alle spiagge italiane ci sono 128 parametri, racchiusi in 21 indicatori che vanno dalla qualità del mare ai servizi ai bagnanti, alle strutture per l’handicap, itinerari storico culturali, rispetto dell’ambiente, valorizzazione delle tradizioni e delle produzioni tipiche, I dati forniti da Legambiente compensano quelli resi noti dal ministero della Salute che nei giorni scorsi ha reso noti i dati relativi alle acque del mare: per le spiagge di Montalto e Tarquinia si registra un inquinamento pari ad un quinto della costa: il 19,8% pari a 5,5 chilometri. Sono invece balneabili 22,2 chilometri pari all’80,2%. Nel complesso, secondo Legambiente, la situazione del Lazio è in peggioramento per il terzo anno consecutivo: «Anche quest’anno di incrementare la qualità territoriale e dei servizi non se ne è parlato proprio. E così nove località su dodici restano ferme, quasi immobili, due perdono posti e solo Tarquinia è la località che sale la speciale classifica della Guida Blu. Pericolosa la tendenza alla staticità che sembra consolidarsi, con troppo poca innovazione, senza investimenti nella direzione della qualità, anzi spesso con progetti che rischiano di compromettere il futuro di questi splendidi luoghi».

ULTIME NEWS