Pubblicato il

Strade interrotte e poche luminarie

LAVORICIVITAVECCHIA – Prima tutti vogliono stranamente gestire l’organizzazione delle luminarie, poi, a cose fatte, ognuno si chiama fuori fingendo di non saperne nulla. Il capitolo riguardante l’illuminazione natalizia, si è aperto con una ‘‘faida’’ tra l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Zappacosta e quello al Commercio Enzo De Francesco, alla fine la gatta da pelare è toccata come sempre ai dirigenti. Risultato? scontenti diversi commercianti che lamentano disinteresse da parte dell’Amministrazione, mentre viale Baccelli è rimasta a bocca asciutta. Una delle strade principali della città, clamorosamente si presenta con poche luminarie, e il rimpallo di competenze ha sortito un risultato inaspettato: due settori, tanti disagi. Da via Cialdi e via Regina Elena, i negozianti hanno fatto presente di non essere stati coinvolti nella manifestazione ‘‘Dolcemente Natale’’, nonostante la vicinanza a corso Centocelle, che ha ospitato l’iniziativa. De Francesco non ne parla, preannunciando una conferenza stampa, mentre domenica mattina i sette stand allestiti sono tornati al lavoro, ritrovando l’immondizia lasciata la sera prima, clamorosamente ‘‘ignorata’’ da Etruria Servizi’’ che non si è fatta sfuggire l’ennesima occasione per evidenziare la sua latitanza. Ai Lavori Pubblici le cose non vanno affatto meglio. Un lunedì quello di oggi che ha presentato agli automobilisti la ‘‘città cantiere’’, a partire da via Sofia De Filippi Mariani, svegliata dai mezzi pesanti impiegati in lavori di rifacimento del manto stradale, che hanno bloccato il traffico fino a via Bramante da un lato e via Crispi dall’altro. Un tempismo perfetto per i due assessori, che hanno approfittato delle festività per far conoscere ai cittadini la consistenza delle loro iniziative politico-amministrative. Come dire: la scuola è chiusa proprio la domenica, quando ho voglia di andarci.

ULTIME NEWS