Pubblicato il

Stupro a Tarquinia: arrestato meccanico

Tarquinia. La violenza sessuale si sarebbe consumata sabato notte in campagna. Indaga la polizia L’uomo, M.P. di 38 anni, ha minacciato la ex convivente con una pistola, poi ha abusato di lei. E’ stato associato al carcere di Civitavecchia Due referti medici, uno dell’ospedale Belcolle di Viterbo e l’altro del nosocomio locale, confermerebbero il fatto

Tarquinia. La violenza sessuale si sarebbe consumata sabato notte in campagna. Indaga la polizia L’uomo, M.P. di 38 anni, ha minacciato la ex convivente con una pistola, poi ha abusato di lei. E’ stato associato al carcere di Civitavecchia Due referti medici, uno dell’ospedale Belcolle di Viterbo e l’altro del nosocomio locale, confermerebbero il fatto

di GIANTELEMACO PERTICARA’

TARQUINIA – Ancora un caso di violenza sessuale a Tarquinia. Un giovane trentottenne del posto, meccanico, è stato arrestato con la grave accusa di stupro ai danni della sua ex convivente, una giovane donna di circa 25 anni. L’episodio, secondo i pochissimi particolari appresi, sarebbe accaduto sabato notte a Tarquinia, in una località di campagna. I due, evidentemente rimasti in difficili rapporti dopo la rottura del fidanzamento, sarebbero rimasti coinvolti in una violenta lite. Forse per la furia, l’uomo ha minacciato la ragazza con una pistola, dunque l’avrebbe sottoposta a violenza. Subito dopo la donna avrebbe avvertito di quanto accaduto i familiari ed in particolare la madre che l’avrebbe immediatamente condotta all’ospedale di Tarquinia, dove la donna è stata sottoposta ad una perizia medica che avrebbe confermato la violenza. Nella stessa sera la donna è stata condotta al Commissariato di Tarquinia dovre avrebbe raccontato tutti i particolari dello stupro. Anche una perizia medica elaborata dall’ospedale Belcolle di Viterbo confermerebbe che la ragazza è stata costretta ad un rapporto sessuale forzato e violento. Sulla vicenda indaga la polizia di Tarquinia che mantiene il più stretto riserbo, ma in città già si parla dell’orrore per un nuovo caso di stupro, quando è ancora viva la memoria della giovane vittima minorenne violentata da un gruppo di otto suoi coetanei di Montalto di Castro. In questo nuovo e triste caso, la gelosia d’amore potrebbe aver travalicato ogni confine razionale, fino a far maturare nella mente del giovane uomo l’idea dello stupro. Il meccanico, M.P., è stato associato al carcere di Civitavecchia a disposizione della magistratura inquirente.

ULTIME NEWS