Pubblicato il

Sulla questione taxi interviene la Provincia

CIVITAVECCHIA – Regolamentare il settore taxi e NCC e la mobilità del territorio. Di questo si è discusso all’incontro tra l’assessore ai Trasporti, Attilio Bassetti, l’assessore ai trasporti della Provincia di Roma, Michele Civita, e i dirigenti delle due istituzioni.
Dopo le polemiche dei giorni scorsi, che hanno portato allo scontro con l’Amministrazione comunale per la mancata organizzazione di un tavolo tecnico in Comune per discutere il problema dei tassisti locali, adesso sulla questione è coinvolta la Provincia. Per quanto concerne il settore taxi ed NCC all’incontro si è parlato della tempistica di adozione delle norme utili ai Comuni per la regolarizzazione di questo settore, regolarizzazione che la Regione ha demandato alla Provincia, oggi divenuta responsabile di stabilire i parametri che attraverso una formula algoritmica, tenendo conto dell’estensione del territorio, del bacino d’utenza, delle potenzialità turistiche e quindi complessivamente della domanda, potrà identificare le reali esigenze delle varie aree della Provincia di Roma. In tal senso l’assessore Civita si è detto pronto a completare l’iter entro novembre.
Nel corso della riunione l’assessorato provinciale ha poi comunicato che, grazie all’acquisto di 11 treni per le Ferrovie dello Stato, ha ottenuto dall’azienda di poter usufruire di 49 mila chilometri di servizi, che dovrà distribuire sul suo territorio per favorire il pendolarismo da e per Roma,
«Dal 2008 – ha dichiarato Civita – i 7 convogli Vivalto e i quattro Minuetto garantiranno 70 ulteriori corse, trasportando circa 50.000 passeggeri in più ogni giorno. In particolare, verrà aumentato il servizio anche sulla linea Fr5 “Roma-Civitavecchia” con l’istituzione di nuove corse».

ULTIME NEWS