Pubblicato il

Tango, pennelli e passione in mostra a Tarquinia

Nelle tele orme, scarpe, cappelli, sigarette, dischi e pentagrammi che raccontano la vita

Nelle tele orme, scarpe, cappelli, sigarette, dischi e pentagrammi che raccontano la vita

di MATTEO MARINARO

 

E’ in programma fino al prossimo 10 novembre a Tarquinia, ‘‘Arte e Tango a Tarquinia’’’, l’evento di musica, colori e passione che riesce a conciliare insieme due arti come la danza e la pittura. Presso la Galleria d’Arte Contemporanea di Via XX Settembre, Arte e Tango, esprimono l’identità di Alejandro Ferrante, artista polivalente, pittore e ‘‘tangheros’’che attraverso le sue opere individua un percorso estetico fatto di musica, colori e passione. In Argentina ha realizzato spettacoli ed esibizioni in numerosi teatri e locali, si è esibito durante diversi festival di tango, ha organizzato corsi di tango in vari centri culturali e ha gestito le milongas “Bodegon Tango” e “La Milonga del Museo Guillermo Vilas”. La pittura dell’artista non è solo immagine delle cose, ma è soprattutto commozione interiore che percepisce il significato misterioso della realtà e lo trasforma in colore, forma e simbolo. Ogni opera dell’artista è una poesia, un viaggio testuale nato dalla spinta emotiva della creazione artistica, bilanciato sulla compresenza di elementi linguistici ed elementi cromatici. Nelle sue pitture Ferrante rappresenta uno stato d’animo come intuizione della vita. La dimensione individuale viene interpretata all’interno dell’universo materiale, immortalata sulla tela come attimo di rappresentazione assoluta, come metonimia, parte che rappresenta il tutto. Orme, scarpe, cappelli, sigarette spente, dischi, pentagrammi: sono gli uomini, le donne, le musiche, i desideri, le attese, la vitalità, la rabbia, la nostalgia e l’amore che l’artista ci presenta.

ULTIME NEWS