Pubblicato il

Tarquinia, la multiservizi trasformata in srl

Ok del consiglio comunale che ha riconosciuto il debito fuori bilancio della società Mazzola: "Adesso parte il risanamento"

Ok del consiglio comunale che ha riconosciuto il debito fuori bilancio della società Mazzola: "Adesso parte il risanamento"

TARQUINIA – Riconosciuto il debito fuori bilancio per ripianare le perdite della Tarquinia Multiservizi. il consiglio comunale, che si è tenuto nei giorni scorsi, ha dato il via libera anche al nuovo statuto dell’azienda che viene trasformata da Spa (società per azioni) a Srl (società a responsabilità limitata), consentendo al Comune di avere una più diretta partecipazione alla gestione ed un più ampio controllo della società. “Si è chiusa una delicata ed importantissima fase, mentre ora si apre un nuovo ed intenso periodo che dovrà condurre la Tarquinia Multiservizi verso acque più tranquille – ha detto  il sindaco Mauro Mazzola – In questi sei mesi è stato svolto un lavoro eccezionale dagli uffici tecnici comunali, dal cda della società, dal collegio dei revisori dell’azienda e del Comune e dal revisore unico, con i quali abbiamo recuperato un profondo rapporto di collaborazione. Sarebbe stato troppo semplice, infatti, gettare la spugna e non affrontare un problema di dimensioni enormi, lasciatoci in eredità dalla precedente amministrazione. Tuttavia non ci lasciamo andare a facili trionfalismi. Siamo consapevoli che la strada intrapresa è ancora lunga, ma con l’impegno e la professionalità che ci hanno contraddistinto risolleveremo le sorti della società”. Conclusa la prima fase, adesso, si entra nel vivo dell’azione di risanamento. Nei prossimi mesi di transizione la Tarquinia Multiservizi si avvarrà della consulenza della Luel srl – consulenza strategica integrata per Enti Locali e Public Utilities – che sta lavorando alla predisposizione di un piano strategico e di sviluppo. “Ci siamo rivolti a questa importante società, – conclude il primo cittadino – perché nell’organigramma del Comune non esistevano figure esperte in diritto commerciale e in problematiche così particolari. Ci siamo comportati da amministratori responsabili e capaci di confrontarci con una questione di vitale rilevanza per la città”. Il consiglio comunale ha fornito, infine, altri importanti spunti. Sono stati, infatti, convocate tre assemblee che si terranno il 4, il 23 ed il 31 gennaio per trattare tre diverse problematiche. Nel primo si discuterà dell’ospedale, nel secondo della messa in sicurezza della statale Aurelia e nel terzo della riconversione a carbone della centrale di Torre Valdaliga Nord.

ULTIME NEWS