Pubblicato il

Tolfa, Battilocchio: "Gli altri Paesi ci scavalcano nella rappresentanza parlamentare"

TOLFA – Dopo aver portato avanti battaglie contro l’esclusione della lingua italiana negli incontri ristretti, contro la mancata traduzione in italiano di documenti ufficiali inerenti i bandi comunitari e la discriminazione di alcuni nostri connazionali in diversi Paesi europei,l’Eurodeputato del Partito socialista e sindaco di Tolfa, Alessandro Battilocchio, è tornato ad intervenire duramente in aula a Bruxelles per denunciare quella che ha definito una “furbata mitteleuropea”. La questione riguarda la proposta ripartizione dei seggi nel futuro Parlamento europeo. “Per l’ingresso dei nuovi Paesi, è giusto che venga ridotto il numero dei parlamentari europei – ha tuonato Battilocchio – sapevamo che come stato italiano dovevamo cedere 6 membri, ma non possiamo tollerare che il nostro Paese prenda unilateralmente un sonoro schiaffo, in particolare da Francia e Gran Bretagna, che ci scavalcherebbero nella rappresentanza parlamentare e nel peso specifico all’interno dell’Aula. Verrebbe meno quel ‘‘gentlemen agreement’’ per cui, dopo la Germania, i tre altri grandi Paesi si trovano sulla stessa posizione. Il nostro Governo, nel vertice di Lisbona, deve alzare la voce per non permettere a Francia e Gran Bretagna di ottenere di più: non possiamo cedere ad un accordo che lede la dignita’ dell’Italia”. (Rom. Mos.)  

ULTIME NEWS