Pubblicato il

Trasporto pubblico, potenziato il servizio a Tarquinia: prolungate le corse per gli utenti <br />

Tra le novità principali la navetta gratuita anche per l’Infernaccio, via della Repubblica, Aurelia Vecchia e via Cardinal Quaglia. Coperta dal servizio anche Monterozzi

Tra le novità principali la navetta gratuita anche per l’Infernaccio, via della Repubblica, Aurelia Vecchia e via Cardinal Quaglia. Coperta dal servizio anche Monterozzi

TARQUINIA – Potenziato il trasporto pubblico. La ditta Eusepi, erogatrice del servizio, ha reso esecutivo l’accordo con il Comune di Tarquinia per il prolungamento di alcune corse e l’istituzione di nuove linee che coprono i quartieri della città fino ad oggi rimasti esclusi.
Tre le novità principali inserite nel piano di potenziamento. La prima interessa il servizio di trasporto gratuito. Una delle due navette, operanti attualmente solo all’interno del centro storico, coprirà anche la zona dell’Infernaccio, via della Repubblica, via Aurelia Vecchia e via Cardinal Quaglia per poi tornare al capolinea in via Tagete, vicino all’ufficio postale. La seconda riguarda la linea D del cimitero che proseguirà fino alla località Montarozzi. Mentre la terza coinvolge la linea F, quella dei campeggi, che arriverà fino al camping Europing. Infine ad ottobre la ditta Eusepi acquisterà una nuova navetta che integrerà le due già in dotazione; ed è in previsione all’inizio del 2008 la creazione di un servizio gratuito su prenotazione per le persone disabili, riconosciute dai servizi sociali del comune. Tale iniziativa si svolgerà di mattina.
Un traguardo importante che soddisfa pienamente il sindaco Mauro Mazzola, promotore dell’iniziativa. «Il trasporto pubblico locale rappresenta un patrimonio fondamentale della collettività tarquiniese. – afferma il primo cittadino – L’intesa raggiunta con la società Eusepi, che ringrazio vivamente per la disponibilità dimostrata, costituisce quindi un notevole passo in avanti ed il raggiungimento di un obiettivo che mi ero prefissato fin dal mio insediamento. La veloce espansione della città avvenuta negli ultimi anni rendeva, infatti, necessario un adeguamento del sistema, con nuove linee ed il prolungamento di quelle esistenti che raggiungessero le zone residenziali ancora prive del servizio».

ULTIME NEWS