Pubblicato il

Udeur nella bufere, alcuni iscritti disconoscono il nuovo direttivo

CIVITAVECCHIA – Scossa sismica all’interno dell’Udeur. Sembrava tutto rose e fiori lo scorso 23 ottobre durante la conferenza che al Pincio ha presentato il nuovo direttivo del partito locale e invece l’amara sorpresa. A dire il vero, l’assenza in quell’occasione di buona parte dei personaggi che hanno partecipato alla campagna elettorale nel partito di Mastella, già lasciava in qualche modo pensare a mal di pancia interni, ipotesi che ha trovato ampia conferma nei giorni scorsi. L’Udeur di Civitavecchia al momento sarebbe diviso in 2 frange: gli appartenenti al direttivo, tra cui le new entry Sandro Scotti, Giancarlo Frascarelli e la vecchia guardia con Franco De Francesco ed Adriano Sinopoli. Quest’ultimo si è mostrato critico nei confronti del nuovo direttivo con a capo Renato Cozzella: «E’ stato eletto in un ristorante alla presenza di Verzaschi – ha fatto sapere – senza un congresso valido ed il 60% dei partecipanti alla campagna elettorale disconosce il direttivo». Franco De Francesco è più cauto: «Aspetteremo che venga ristabilita la democrazia nel partito». Secondo qualcuno però l’Udeur sarebbe già stato commissariato, tesi che potrebbe trovare conferma nei silenzi del segretario provinciale Di Stefano. I ‘‘dissidenti’’ però sono ottimisti, garantendo ancora la fiducia al sindaco Moscherini.

ULTIME NEWS