Pubblicato il

Ultramaratona, Rodano: "Confermata la potenzialità del territorio

ULTRAMARATONATARQUINIA – Centosettantacinque atleti per cento chilometri di maratona in luoghi unici al mondo per la bellezza dei passaggi e la ricchezza del patrimonio ambientale e archeologico. E’ partita stamanI, alle 10, da Tuscania, l’Ultramaratona degli etruschi, gara podistica su strada con partenza da Tuscania e arrivo a Tarquinia, ideata e promossa dall’assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio in collaborazione con l’Italia Marathon Club: la vittoria finale vale il titolo di campione italiano della specialità. «Assieme agli atleti dell’Ultramaratona – dice in una nota l’assessorato regionale – sono partiti da Tuscania altri duecentoventi atleti che hanno animato la gara di 30 km abbinata all’ultramaratona: primo arrivato, nel pomeriggio, l’atleta Mario D’Ercole, di Latina, che ha percorso la distanza in un’ora, 42 minuti e 53 secondi; secondo Massimiliano Monteforti, con un tempo di un’ora, 44 minuti e 56 secondi; terzo classificato Andrea Cionna, atleta non vedente di Osimo che affiancato dalla sua guida Paolo Sorichetti, ha concluso i 30 km previsti con un tempo di un’ora, 47 minuti, 33 secondi. Prima classificata, tra le donne, l’atleta Monica Borchetti, di Bologna, con un tempo complessivo di due ore, 2 minuti e 43 secondi. A quasi metà del percorso sono in testa Giorgio Carcaterra e Marco D’Innocenti, già vincitori, lo scorso anno, dell’edizione ‘0’ della gara. Parallelamente alla gara principale, si svolgono anche altre importanti manifestazioni, sportive e non. Ieri pomeriggio si è tenuta una gara di staffetta tra i giovanissimi dei comuni coinvolti, con il simpatico sottotitolo ‘Piccoli Etruschi corrono!’: 480 bambini delle classi 3a, 4a e 5a elementare di Tarquinia, Tuscania, Canino e Montalto di Castro, hanno dato vita ad una staffetta sulla pista di atletica leggera dell’impianto sportivo di Tuscania; per ogni classe di ciascun comune hanno corso 40 bambini, 120 in tutto per le tre classi, ciascuno dei quali ha percorso una frazione di 100 metri. Molti dei bambini che hanno gareggiato ieri hanno poi salutato, questa mattina, gli atleti in partenza da Tuscania. Stasera, a conclusione della gara di 100 Km, Tarquinia si vestirà a festa per una ‘Notte Bianca dello sport’, che prevede l’organizzazione di numerosi eventi sportivi, culturali e percorsi eno-gastronomici che animeranno la città etrusca per tutta la notte”. “L’Ultramaratona degli etruschi – dice l’assessore alla Cultura, Spettacolo e sport della Regione Lazio Giulia Rodano – si conferma, anche quest’anno, un evento di straordinaria efficacia per la valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale dell’etruria laziale, nonché grande giornata di festa per tutti i comuni del territorio interessato». «La partecipazione entusiasta alla staffetta di ieri ‘Piccoli etruschi corrono’ – ha detto la Rodano – da parte di quasi cinquecento bambini dei comuni coinvolti, e l’alto numero di iscrizioni alle due gare odierne, sono la riprova del fatto che il territorio possiede ottime potenzialità di crescita, e notevole volontà di partecipazione ad eventi che riescano a coniugare sport e cultura. Lo splendido risultato di Andrea Cionna, atleta non vedente di Osimo, terzo classificato nella gara di 30 km parallela all’ultramaratona, ci ricorda inoltre quale grande strumento di crescita individuale ed abbattimento delle barriere possa essere lo sport. L’Ultramaratona Tuscania-Tarquinia e lo splendido scenario in cui viene tenuta dimostrano ancora una volta che la bellezza artistica e naturalistica di questo territorio non deve temere paragoni, è una vera e propria ‘eccellenza’. La Regione Lazio continuerà a lavorare e a investire per una sua piena valorizzazione, così come sta facendo anche per tutte le altre province».

ULTIME NEWS