Pubblicato il

Verdi: "Unione chiusa in se stessa"

«Non giustifichiamo il fatto che vengano emarginati movimenti politici dal contributo anche superiore al nostro. Pertanto reclamiamo pubblicamente quanto non è stato ascoltato nella sede riservata ai partiti e ad alcuni movimenti politici cittadini, alcuni dei quali ancor meno rappresentativi dei Verdi». Così il coordinatore dei Verdi Mario Dei Giudici in aperta critica con il tavolo del centro sinistra che ha escluso le liste civiche. «Gli impegni programmatici, le scelte relative alle candidature e il metodo per arrivare a una candidatura a Sindaco condivisa, non escluse le “primarie”: tutto ciò – secondo i Verdi – deve essere oggetto di mediazioni democratiche trasparenti Ci si animi di coraggio e di spirito di rinnovamento, ci si liberi da personalismi, da atteggiamenti pregiudiziali e da posizioni precostituite o di cartello: soltanto un vero colpo d’ala – concludono i Verdi – può risollevare le sorti di una Unione timorosa, conservatrice e chiusa in se stessa».

ULTIME NEWS