Pubblicato il

Via Adriana, nuovo stop all'antenna

L’assessore Attig ha bloccato i lavori dell'impianto, ripresi ieri mattinaOggi una ordinanza di sospensione in attesa dei pareri del Tar e del ministero. "Entro ottobre in consiglio il regolamento, con la mappatura dei siti autorizzati"

L’assessore Attig ha bloccato i lavori dell'impianto, ripresi ieri mattinaOggi una ordinanza di sospensione in attesa dei pareri del Tar e del ministero. "Entro ottobre in consiglio il regolamento, con la mappatura dei siti autorizzati"

Si torna a parlare dell’antenna H3G di via Adriana.
Proprio ieri mattina infatti alcuni operai si erano recati presso l’impianto, la cui realizzazione era stata bloccata nei mesi scorsi dopo un braccio di ferro tra il gestore e l’amministrazione comunale, per riprendere i lavori. Sul posto si è però precipitata l’assessore all’Ambiente Fabiana Attig, allertata da alcuni rappresentanti del Comitato sorto proprio contro l’antenna, che ha chiesto e infine ottenuto l’immediata sospensione delle operazioni di montaggio.
Proprio l’operatore, il 3 settembre scorso aveva protocollato presso il Pincio una lettera nella quale preannunciava l’imminente ripresa dei lavori in seguito alla bocciatura da parte del Tar del diniego opposto dal Comune di Civitavecchia alla richiesta di autorizzazione per l’installazione (l’assessorato all’Ambiente, allora guidato da Diego Michelli aveva infatti risposto con un giorno di ritardo rispetto ai termini stabiliti dalla legge). «Per questo – racconta l’assessore – senza ulteriori dichiarazioni, la società ha ritenuto di poter ricominciare a lavorare sull’installazione, cosa che a nostro avviso non avrebbe potuto fare».
Una iniziativa dunque inattesa anche perché, spiega ancora Attig, presa proprio alla vigilia della presentazione alle circoscrizioni del nuovo regolamento per le antenne, «che è praticamente pronto e al quale manca solo la mappatura dei siti nei quali i gestori potranno installare gli impianti e che comunque sarà esaminato dal Consiglio Comunale entro ottobre». ANTENNA
Già nella giornata di oggi dovrebbe tuttavia arrivare una nuova ordinanza, nella quale si chiederà una nuova sospensione in attesa del pronunciamento del Tar rispetto all’ulteriore richiesta di approfondimento della procedura avanzata dal Pincio e di quello del Ministero dell’Ambiente, che sta ancora riesaminando l’intera procedura autorizzativa. Inoltre, stando a quanto appreso dall’assessore Attig, il gestore non avrebbe ancora ottenuto dalla Soprintendenza lo speciale nullaosta necessario in aree come quelle sulle quali esiste un vincolo paesaggistico. «Sebbene la legge riconosca questi impianti come opere di pubblica utilità – aggiunge Attig – al Comune spetta il fondamentale compito della programmazione. E questa amministrazione ha tutte le intenzioni di mettere al primo posto la tutela della salute dei cittadini».

ULTIME NEWS