Pubblicato il

Viabilit&agrave;, a Santa Severa scatta il piano per la Ztl <br />

Il progetto è stato presentato dal consigliere comunale Marco Maggi  Sosta a pagamento nel lungomare. Obiettivo: ostacolare il passaggio e il parcheggio selvaggio nel nucleo urbano Gli operatori turistici e commerciali esprimono timori per il provvedimento varato troppo a ridosso della stagione estiva

Il progetto è stato presentato dal consigliere comunale Marco Maggi  Sosta a pagamento nel lungomare. Obiettivo: ostacolare il passaggio e il parcheggio selvaggio nel nucleo urbano Gli operatori turistici e commerciali esprimono timori per il provvedimento varato troppo a ridosso della stagione estiva

di CRISTIANO A. DEGNI

S. SEVERA – Novità per tutti gli utenti ed abitanti della frazione turistica della Perla del Tirreno. Anche Santa Severa avrà la sua ztl. Il progetto, proposto in sordina lo scorso anno e subito accantonato per le proteste della gente ed alcune incongruenze nello sviluppo della viabilità, è stato ripresentato a cura del delegato del sindaco nonché consigliere comunale Marco Maggi. La ragione di tale provvedimento è quella di rendere più fluida tutta la viabilità specialmente nei fine settimana e nel periodo estivo. La filosofia del provvedimento sarà quella di ostacolare il passaggio e la sosta selvaggia nel nucleo urbano, facilitando la sosta ai margini dell’abitato ed il trasporto, attraverso mezzi navetta, della gente da e verso il mare. In molti hanno fatto notare come siano stati definanziati i progetti di investimento pubblico che prevedevano la costruzione di aree attrezzate per la sosta. L’amministrazione comunale, qui come in altre situzioni, favorirà invece investimenti di privati che saranno disponibili ad accollarsi l’onere della costruzione delle aree di sosta, su superfici individuate dall’amministrazione, in cambio dell’esclusiva su alcuni servizi accessori come quello del pagamento della sosta o del bus navetta. Nel piano generale, per ora noto solo ad alcuni operatori, dovrebbe essere previsto anche un sistema di sosta a pagamento all’interno dell’area a maggiore intensità di traffico, la parte di tessuto urbano delimitata dal lungomare da un lato e dall’asse via Giunone Lucina e via Monacella dall’altra. In tutta quest’area la sosta dovrebbe essere solo a pagamento, con riserve di transito per i residenti e soluzioni intermedie per i turisti temporaneamente dimoranti. Con la stagione turistica praticamente già iniziata si teme comunque che qualunque progetto, anche se partorito con le migliori intenzioni, possa scontrarsi con i timori degli operatori turistici e commerciali, come anche con le abitudini dei villeggianti completamente all’oscuro di ogni modifica alle norme che regolano la viabilità. Anche lo scorso anno, infatti, il Comune era stato sollecitato a prendere per tempo i provvedimenti opportuni ed a comunicarli con la massima diffusione. Cosa non ancora avvenuta.

ULTIME NEWS