Pubblicato il

Vigili ‘‘abusivi’’: mai pagato l’affitto del comando

Clamorosa lettera dell’ufficio legale di Etm al Comune, messo in mora e minacciato di sfratto. Saladini nemmeno firmò il contratto: debito da 270.000 euro per l’autoparco di via Braccianese Claudia 

Clamorosa lettera dell’ufficio legale di Etm al Comune, messo in mora e minacciato di sfratto. Saladini nemmeno firmò il contratto: debito da 270.000 euro per l’autoparco di via Braccianese Claudia 

Tra non molto, se la nuova amministrazione comunale non correrà ai ripari, all’autoparco comunale di via Braccianese Claudia si potrebbe anche assistere alla scena grottesca di vigili urbani chiamati dal giudice ad eseguire lo sfratto dai loro stessi uffici.
Etm, la società alla quale due anni fa il Comune ha trasferito la proprietà della palazzina sede del comando della Polizia Municipale (circa 900 metri quadrati) e dell’area annessa, in cui i Vigili dispongono di un parcheggio coperto, ha infatti avviato il procedimento per lo sfratto dell’inquilino moroso. L’ufficio legale della spa, infatti, ha valutato che non si sarebbe potuto attendere oltre: poco importa che a non pagare il canone di locazione, di circa 8.000 euro mensili, sia il Comune di Civitavecchia, ovvero l’azionista unico della stessa Etm.
E così, nei giorni scorsi, gli avvocati della società del trasporto urbano hanno scritto al Sindaco, e per conoscenza al comandante della Polizia Municipale, Carlo Sisti, all’assessore alle Finanze Pasqualino Monti e al dirigente dei Servizi finanziari, Giorgio Venanzi, per mettere formalmente in mora il Comune ed intimare, nel termine di 5 giorni, lo sgombero dei locali.
Si tratta di una questione annosa: il Pincio infatti non ha mai firmato il contratto di locazione, di cui l’allora commissario Angelo Di Caprio approvò lo schema, demandando poi al sindaco che si sarebbe insediato di lì a poco, la firma definitiva.
Ma Saladini quella firma non l’ha mai apposta. Dopo mesi di contrasti con la dirigenza dell’Etm, poco prima di cadere, la Giunta si limitò ad approvare il contratto, rimasto nel frattempo senza esecuzione, con il risultato che il credito di Etm, per affitti mai pagati, fin dall’inizio, è lievitato fino ad arrivare alla cifra di circa 270.000 euro, solo per la parte relativa all’affitto dell’autoparco ai Vigili Urbani.
Senza contare che, in linea di principio, non avendo mai firmato il contratto il Comune ha occupato quell’immobile abusivamente, rischiando ora anche di dover pagare le relative sanzioni per la mancata registrazione del contratto che, a questo punto, è lecito pensare che verrà firmato dal nuovo sindaco Moscherini, che sicuramente non avrà alcuna intenzione di vedere sfrattati i Vigili Urbani.

ULTIME NEWS