Pubblicato il

Progetti per Santa Marinella: Organizzazione per l’Inclusione e la Solidarietà

 

Sintesi
OIeS è un progetto di grande profilo sociale, mirante alla partecipazione sociale attiva dei cittadini diversamente abili.
Una volta acquistate e collocate le strutture che ospiteranno le attività (piccoli chioschi unipersonali che costituiscono arredo urbano, nei punti di massima affluenza del centro storico), l’iniziativa si autofinanzia, riuscendo a dare contributi per l’attività dei cittadini portatori di handicap impegnati, e riuscendo anche a produrre un’utile che verrà interamente investito in progetti di solidarietà sociale.
Si potranno così sviluppare e finanziare una gamma ampia di servizi sociali, che forniranno risposte alle plurime esigenze dei diversamente abili, come l’educazione, la formazione, la riabilitazione, l’accesso alla cultura, allo sport, al tempo libero, alle nuove tecnologie e, ovviamente all’occupazione.
Strategia
La strategia prende spunto dal progetto spagnolo “ONCE”, di grande successo e partecipazione, ma ne configura una stesura completamente diversa, sia come tipologia di attività, sia come dinamiche economiche, che come target di riferimento.
Tale strategia si fonda nella sinergia con il commercio locale, e con la produzione artistica locale, secondo la filosofia e l’approccio di marketing, ora in voga, della responsabilità sociale d’impresa, e sull’alto grado di attrazione che un semplice giochino a vincita immediata e l’offerta di opere artistiche generano in termini di partecipazione della cittadinanza.
Non ci saranno premi in denaro, perciò non si entrerà nell’ambito dei monopoli di Stato.
Questa sarà un’iniziativa durevole, di grandissimo impatto per l’immagine di una città che investe nella coesione sociale, in un percorso di cittadinanza attiva per i cittadini più deboli, e in una strategia di coinvolgimento delle imprese (in questo caso delle microimprese) e dei produttori locali di opere artistiche nei processi di sviluppo della collettività.
La partecipazione degli esercenti sarà in funzione degli sconti concessi; quella di chi si cimenterà in opere artistiche, sarà in funzione della produzione che doneranno al progetto. Per entrambe le categorie, sarà garantita la visibilità e l’orgoglio di essere così importanti per tante persone.
L’acquisto dei chioschi unipersonali è anch’esso legato ad iniziative di sponsorizzazione a lungo termine: la responsabilità sociale d’impresa, in questo caso, troverebbe la sua massima espressione, legando il nome dello sponsor ad un’iniziativa di alto profilo, in spazi di grande visibilità.
Sviluppi
La formula e la dinamica gestionale permetteranno al progetto la durabilità nel tempo e, molto probabilmente, l’estensione della partecipazione, sia in città che nel comprensorio.
Santa Marinella, si candida come esempio virtuoso per l’inclusione e la solidarietà sociale, consapevole che solo con un grande sforzo collettivo si possono affrontare una certa garanzia di efficacia le problematiche di realtà come plurale e complessa, come quella dei portatori di handicap.
Con lo sviluppo della partecipazione, ovviamente, non potrà che crescere il finanziamento dei progetti sociali collegati, e quindi la dimensione e l’efficacia degli stessi.
Conclusione
Gli sforzi della collettività, attraverso un’iniziativa come questa, unica nel territorio italiano, puntano allo stimolo e alla promozione di politiche attive per migliorare le condizioni di vita e i livelli di integrazione sociale dei diversamente abili.
Configurato in modo tale da permettere la sinergia con le attività commerciali e con le produzioni artistiche locali, il progetto presenta una forma attiva di coinvolgimento dei cittadini nella vita sociale, un esempio di come lo spirito e le capacità della società civile possano migliorare le condizioni di vita di alcuni gruppi e della collettività in generale: una risposta globale e integrata per le esigenze dei diversamente abili, per raggiungere il pieno sviluppo della loro personalità e la loro piena integrazione sociale.
Ideazione, elaborazione e pianificazione strategica 
del Dott.Andrea Passerini
ULTIME NEWS