Pubblicato il

Anguillara: due giorni di Festa per Sant'Antonio

Si rinnova il tributo al patrono degli animali. Sabato 21 e domenica 22 gennaio cortei equestri, giochi e la tradizionale benedizione

Si rinnova il tributo al patrono degli animali. Sabato 21 e domenica 22 gennaio cortei equestri, giochi e la tradizionale benedizione

ANGUILLARA – Cortei equestri, giochi popolari, benedizioni di animali. Anche quest'anno ad Anguillara si rinnova la devozione per Sant'Antonio Abate, patrono degli animali. I festeggiamenti, retaggio di una tradizione contadina, quest'anno assumono un valore maggiore. L'amministrazione comunale di Anguillara ha in questi mesi messo a punto tutta una serie di provvedimenti per la tutela degli animali che vanno da un apposito Regolamento sulla tutela degli animali all'imminente entrata in funzione presso il Servizio Ambiente e Sviluppo Sostenibile del Comune di Anguillara di un vero e proprio Ufficio per i Diritti degli Animali istituito con una delibera di giunta del novembre scorso. L'edizione 2006 della Festa di Sant'Antonio promossa dal Comune di Anguillara in collaborazione con il Gruppo Spontaneo Popolare I Santonari si annuncia di grande richiamo. Due giornate, sabato 21 e domenica 22 gennaio, di iniziative. Sabato alle 9.30 un corteo equestre si dirigerà  verso la Piana di San Biagio verso il lago di Martignano preceduto dal Gonfalone di Sant'Antonio dove alle 10.30 si terranno giochi equestri a premi con la competizione di cavalieri locali (iscrizioni sul posto). In programma anche la gara dell'Acquacotta, tipico piatto povero locale, coordinata da Biagio Guidi detto Occhiettì per l'elezione dell'Acquacottaro 2006. Nel pomeriggio, dopo il rientro del corteo in piazza del Comune, si disputeranno giochi popolari: tiro alla fune, corsa dei sacchi, gara della carriola, rruba fazzoletto. Si vincono premi gastronomici. Ma il clou della festa e la grande sfilata del 22 gennaio dopo la messa in onore celebrata in onore del Santo alla chiesa di San Francesco verso piazza del Molo dove il parroco don Alvaro Vignolini impartirà  la benedizione a tutti gli animali. In piazza del Molo, dove ci sarà  uno stand gastronomico, nel pomeriggio si terrà  la tradizionale rottura delle pile (all'intero ricchi premi e cotillons). Previsto anche un premio per la più bella maschera dei bambini. Alle 18.30 ancora giochi. A fare da colonna sonora alle due giornate canti e musica popolare

ULTIME NEWS