Pubblicato il

Antenna Vodafone, la giunta Minnucci continua l'opposizione

NULL

NULL

ANGUILLARA – L'amministrazione comunale sul caso dell'antenna Vodafone precisa: ”con una delibera di giunta comunale di agosto 2005 è stata disposta ad Anguillara la sospensione di tutte le future installazioni di impianti di telefonia, compresa quella nell'area adiacente all'albergo Massimino, in attesa dell'approvazione del nuovo regolamento.

Vodafone ha tuttavia fatto ricorso al Tar che con sentenza del 15 dicembre scorso ha dato regione alla società  di telefonia annullando il provvedimento di sospensione disposto dal Comune.

Al momento, oltre che avviare trattative con la Vodafone per farla desistere dall'installazione della radio base, il Comune sta valutando di ricorrere al Consiglio di Stato per l'annullamento della sentenza del Tar.

àˆ importante sottolineare che la legge Gasparri che disciplina la materia equipara simili impianti a servizi di interesse strategico nazionale come energia elettrica, acqua, gas. La materia in sostanza è sottratta alla competenze dei Comuni. Lo spirito della legge è quello di lasciare all'esclusivo accordo tra privati l'installazione di antenne di telefonia.

La capacità  di opposizione dei Comuni e di cittadini organizzati pertanto resta di fatto limitata a specifici aspetti ben individuati. Riguardo a questi aspetti il Comune di Anguillara sta approvando un Regolamento, concordato con comitati civici e cittadini. Si stabilisce la distanza di almeno 300 metri dai siti sensibili ovvero scuole, case di cura, asili nido, giardini pubblici, residenze sanitarie assistite. Si prevede un costante monitoraggio delle fonti elettromagnetiche. Il Comune di Anguillara ha chiesto inoltre già  da tempo ai gestori di telefonia la consegna dei piani di rete per confrontarsi ai fini della programmazione di nuovi impianti.

Il Comune di Anguillara è pertanto impegnato a dare, pur nei margini ristretti di competenza, una regolamentazione sul territorio alla questione arginando gli effetti deleteri di una legge Gasparri che liberalizza la materia e di fatto crea le condizioni per una giungla di antenne.

ULTIME NEWS