Pubblicato il

Appalti, il Pm chiede 2 anni e 4 mesi

Questa la pena proposta per gli imprenditori Luigi Vespignani e Stefano Onofri. Maruccio fiducioso. A giugno la sentenza

Questa la pena proposta per gli imprenditori Luigi Vespignani e Stefano Onofri. Maruccio fiducioso. A giugno la sentenza

di BARBARA LA ROSA



E' durata poco più di due ore la requisitoria del Pubblico Ministero Iachillo nell'ambito del processo a carico di Luigi Vespignani e Stefano Onofri, accusati di associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d' asta. Una vicenda che si trascina ormai da tre anni e nella quale i due imprenditori civitavecchiesi erano rimasti coinvolti a seguito dell'inchiesta della Dia.

Due anni e quattro mesi di reclusione la pena richiesta al Collegio per i tutti gli imprenditori, tra cui appunto i due civitavecchiesi.

Molto di più, nove anni e tre anni e due mesi, rispettivamente per i componenti della famiglia Renzivillo e per Ceccarelli, imputati nello stesso procedimento, anche se a diverso titolo.

Un processo oramai alle battute finali che non ha visto, nell' udienza di ieri, scaturire ulteriori elementi rispetto a quelli già  analizzati in dibattimento, nel quale, almeno per i due imputati civitavecchiesi, non sembra essere emerso alcun elemento che provi sufficientemente il reato a loro addebitato.

Siamo molto fiduciosi ha detto, al termine dell'udienza a Roma l'avvocato Pier Salvatore Maruccio, che insieme a Francesca Maruccio sostiene le ragioni dei due imprenditori – in quanto la richiesta di condanna del Pm, estremamente coincisa, almeno per i miei assistiti, non ci è sembrata sufficientemente motivata, limitandosi a dare per scontato la sussistenza del reato di turbativa d' asta. Nella nostra discussione finale dimostreremo che Vespignani ed Onofri sono completamente estranei ai fatti.

Nelle due udienze del 28 maggio e del 4 giugno prossimo gli avvocati difensori prospetteranno al Collegio le loro argomentazioni difensive. La sentenza con tutta probabilità  potrebbe essere emessa lo stesso 4 giugno.

ULTIME NEWS