Pubblicato il

Carraffa (Icc): I candidati alla amministrative chiariscano la posizione su Tvn

di CARLO CARRAFFA*

Non si hanno ancora notizie ufficiali, ma ormai da alcune ore circola il documento emanato dalla giunta del Governatore Marrazzo.

Da una prima lettura, veloce e forse superficiale, sembra impossibile poter pensare che tali motivazioni possano o debbano fermare un investimento industriale che ha iniziato il suo iter ormai da circa cinque anni e che oggi vede un cantiere aperto da due anni con settecento occupati all'interno dello stesso e altri e tanti impegnati nelle varie officine per le forniture e le prefabbricazioni.

Non è azzardato pensare che al di là  delle motivazioni dei pro e dei contro, tutte legittime e voglio sperare tutte in buona fede, sia stata fatta una scelta dei tempi a dir poco sospetta.

Non posso e non voglio pensare che questa ordinanza della regione Lazio possa tornare utile per la campagna elettorale di qualcuno o risolvere un problema di promesse e impegni presi.

Il messaggio che circola in queste ore vuol far credere che tutto si risolverà  in poche settimane e che con l'apertura di qualche nuovo tavolo o con una serie di incontri tra istituzioni, associazioni sindacali, Enel e componenti della società  civile (ad oggi gli unici esclusi e non ascoltati sono i sistemi imprenditoriali), si troverà  una soluzione. Magari dopo il nove aprile, chissà  !?.

Mi auguro che ciò non sia vero, e soprattutto mi auguro che la politica non giochi con il lavoro perchà© il lavoro è una cosa seria e purtroppo non dispone degli stessi tempi della politica .

In questi mesi si possono notare in zona industriale alcuni nuovi opifici che stanno per essere inaugurati completi di attrezzature e macchinari e altri che hanno integrato o completato quanto esistente, ciò è il frutto di investimenti di quanti credono in un progetto che può dare sviluppo e concretezza al sistema impresa di questa città , che non si ferma alla trasformazione della centrale di Torrenord, ma che guarda alle future manutenzioni e ai prossimi investimenti su Montalto di Castro.

Tutto questo non può certo andare alle ortiche per qualche voto in più o in meno, e allora , chiedo a chi si occupa della politica locale di uscire dalle riunioni di partito, di associazioni e di movimenti di far conoscere con chiarezza il proprio pensiero, e con più forza lo chiedo ai futuri candidati alle prossime amministrative.

Infine invito la società  civile, della quale anche gli imprenditori rivendicano il diritto di farvi parte, ad un dialogo meno lacerante e più sereno che sappia coniugare il diritto alla salute con quello al lavoro.

*Presidente Consorzio Icc



ULTIME NEWS