Pubblicato il

FI ad An: «Ora ricominciamo da capo»

De Sio ha rifiutato la candidatura a sindaco propostagli dal coordinamento azzurro. Votato un documento in cui si chiede ai finiani di fare un passo indietro su Zappacosta

De Sio ha rifiutato la candidatura a sindaco propostagli dal coordinamento azzurro. Votato un documento in cui si chiede ai finiani di fare un passo indietro su Zappacosta

di GIANTELEMACO PERTICARA’

Sul candidato sindaco la Cdl potrebbe ripartire da capo. Questo almeno è quanto si profila all’indomani del direttivo di Forza Italia che l’altra sera ha proposto all’unanimità il nome di Alessio De Sio quale candidato da proporre al tavolo degli alleati.
Un confronto che appariva dall’esito scontato ma che, alla fine, ha visto il rifiuto dello stesso De Sio a scendere in campo.
L’ex primo cittadino ha riferito infatti ai suoi colleghi di partito di non voler accettare l’invito a candidarsi, per ragioni che evidentemente possono essere ricollegate alla generale resistenza dimostrata, anche se mai ufficializzata, da Alleanza Nazionale sull’ipotesi che fosse proprio lui il candidato, ma che però non ha voluto finora esplicitare.
De Sio, che è anche commissario del partito, ha poi concordato la stesura di un documento da sottoporre all’approvazione del direttivo stesso nel quale si riferisce l’esito della riunione e poi si aggiunge un passaggio nel quale sostanzialmente si esprime la volontà di riaprire con An il confonto, riportandolo sul piano del programma e di proseguire il dialogo sulla scelta del candidato sindaco e quindi sui nomi.
Inoltre si definisce apprezzabile e degna di considerazione la proposta, avanzata dai finiani, di Enrico Zappacosta, facendo però chiaramente capire ad An che, di fronte alla rinuncia di De Sio, anche l’altro candidato dovrà fare un passo indietro.
Dopo la ratifica finale del coordinamento, avvenuta in via definitiva nella serata di ieri, il documento sarà presentato ufficialmente ad Alleanza Nazionale nel corso della riunione che si terrà, probabilmente, all’inizio della prossima settimana.
E se l’alleato deciderà di convergere sulla necessità di riportare la questione sindaco a zero, si potrà ripartire nel lavoro, che sembrava ormai interrotto, per il recupero della Cdl.
In caso contrario, anche la questione alleanze tornerebbe a zero e la spaccatura sarebbe, a quel punto, inevitabile. Ora la palla passa dunque ai finiani che dovranno stabilire il da farsi prima al proprio interno e poi decidere comne comportarsi con FI. Saranno quindi i prossimi giorni a dare l’esito finale della situazione all’interno della Casa delle Libertà.

ULTIME NEWS