Pubblicato il

''I conti non tornano'': botta e risposta Tidei-Bianchi

NULL

NULL

S. MARINELLA Botta e risposta tra il sindaco Pietro Tidei e il capogruppo di minoranza Venanzo Bianchi. L'oggetto del contendere sono le dichiarazioni di Bianchi pubblicate domenica scorsa su queste pagine. Secondo il sindaco Bianchi «riesce ad esprimere solo rabbia e rancore e per giustificare i suoi attacchi immotivati alla nuova Giunta di centrosinistra riporta, come argomentazioni, cifre che non hanno alcun fondamento e sostegno per le sue tesi. Se dovesse continuare in questa opera chiaramente denigratoria, prima o poi, saremo costretti a sporgere querela». La replica di Bianchi è secca. «Mi domando se il risultato elettorale delle ultime elezioni Comunali ha fatto montare la testa al sindaco Tidei tanto da fargli minacciare di sporgere querela contro chi contesta le affermazioni del suo delegato al bilancio. Il Sindaco perà evita di parlare dell'invito ad un confronto pubblico sui dati del bilancio fatto al delegato e che ora estendo anche a lui, nel quale potrebbe chiarire in base a quale principio contabile la passata situazione di bilancio, definita disastrosa, possa consentire di utilizzare un avanzo di amministrazione per sanare quelli che Tidei definisce buchi e che invece secondo me sono incrementi di spesa per interventi politici». La questione dei buchi di cassa, più volte sottolineata dal sindaco Tidei è la ragione dell'aumento dell'Ici. Secondo il sindaco infatti «Quando abbiamo approvato il nuovo bilancio del 2006 ci siamo resi conto della necessità  di aumentare l'ICI per evitare che il Comune cadesse nel disastro finanziario». Bianchi perà non ci sta: «Occorre chiarire la portata dell'aumento dell'ICI, del progetto di recupero dell'evasione tributaria, del progetto per il censimento dei passi carrabili, tutte cose che ben conosco per averle trattate progettate ed avviate. Se invece del confronto il sindaco volesse continuare la sua eterna campagna elettorale sappia che non saranno le sue minacce di querela o di azzittirmi che modificheranno il mio giudizio sulla sua amministrazione».
Cris.Degni

ULTIME NEWS