Pubblicato il

Riciclaggio e gioco d'azzardo, indagati due commercianti civitavecchiesi

Primo risultato di mesi di indagini della stazione dei carabinieri. L'operazione internazionale dei due bookmakers, che raccoglievano nei negozi scommesse sui cavalli da spedire a Londra e si avvalevano di prestanome stranieri per pulire il denaro, da maggio a dicembre aveva fruttato 600 mila euro

Primo risultato di mesi di indagini della stazione dei carabinieri. L'operazione internazionale dei due bookmakers, che raccoglievano nei negozi scommesse sui cavalli da spedire a Londra e si avvalevano di prestanome stranieri per pulire il denaro, da maggio a dicembre aveva fruttato 600 mila euro

Due commercianti di Civitavecchia indagati per esercizio illecito del gioco d'azzardo e riciclaggio aggravato. E' questo il primo risultato di un'operazione messa a segno dai carabinieri della stazione di Civitavecchia che, a conclusione di indagini avviate nel maggio scorso, hanno messo le mani sul capitale illecito racimolato dai due bookmaker locali. Con le corse dei cavalli i due avevano totalizzato oltre 600.000 Euro.

Presso esercizi pubblici, con l'utilizzo di sofisticati sistemi telematici venivano raccolte le scommesse per avvenimenti ippici italiani ed europei trasmessi in TV ed online. I risultati venivano poi raggruppati in un paio di server a Civitavecchia e Ladispoli, e trasmessi a Londra, dove le scommesse sono liberalizzate e da dove, verificate, venivano rispedite le vincite. Fin qui una violazione alla Legge 401/1998, quelle dell'illecito esercizio del gioco d'azzardo.<IMG style=WIDTH: 235px

ULTIME NEWS