Pubblicato il

Si &egrave; rinnovato l&apos;appuntamento con la Patrona della citt&agrave; <BR>

Straordinaria, come sempre, la partecipazione alle celebrazioni. La festa ha contagiato tutti: centinaia in strada per applaudire gli sbandieratori e il corteo storico. Il clou con la processione che si è conclusa in Cattedrale

Straordinaria, come sempre, la partecipazione alle celebrazioni. La festa ha contagiato tutti: centinaia in strada per applaudire gli sbandieratori e il corteo storico. Il clou con la processione che si è conclusa in Cattedrale

Di ROMINA MOSCONI



E' iniziata a suon di musica questa giornata di festa dedicata alla patrona della città  Santa Fermina, grazie ai musici della banda civica Puccini che ha rallegrato le vie del centro. Dopo la messa celebrata nella cappellina dedicata alla santa all'interno del Forte Michelangelo; puntuali alle 9.30 i figuranti della Pro Loco sono partiti alla volta della Cattedrale molto applauditi dai civitavecchiesi che hanno apprezzato i tamburi, i flauti e i bellissimi vestiti, creati dopo un attento studio storico dalle sarte e dalle costumiste della Pro Loco. Il presidente della Pro Loco di Civtavecchia ha espresso la sua soddisfazione per il buon esito del corteo e della giornata e ha sottolineato che dietro al corteo c'è un grande lavoro di ricerca storica e del costume. Certo non possiamo competerre con quello di Amelia che ha una tradizione secolare ha sottolineato De Logu ma possiamo ritenerci soddisfatti del buon trend che stiamo ottenendo. A ribadire l'importanza del corteo e degli altri obiettivi che la Pro Loco si prefigge per il prossimo futuro è Roberta Galletta.<IMG style=WIDTH: 199px

ULTIME NEWS