Pubblicato il

Barriera anti erosione alla spiaggia Toscana: «Stiamo già lavorando»

Barriera anti erosione alla spiaggia Toscana: «Stiamo già lavorando»

Lo annuncia la coordinatrice di ‘‘Lazio in movimento’’ Simona Galizia

S. MARINELLA – La coordinatrice di ‘‘Lazio in movimento’’ di Santa Marinella, Simona Galizia, è fiera di  anticipare quello che è stato il frutto del lungo lavoro che ha visto in questi mesi impegnato un suo esponente candidato consigliere comunale per le prossime elezioni, Marco Soracco (candidato nella coalizione che appoggia Roberto Bacheca sindaco), e che sarà ufficializzato a breve con la pubblicazione della delibera approvata venerdì. Dal mese di ottobre, Marco Soracco, titolare del noto Banzai surfs hop di Santa Marinella, specializzato nel mondo del surf da onda è da sempre impegnato in un’associazione surfistica che promuove la tutela dell’ambiente e la diffusione di uno sport unico come il surf da onda e ha personalmente seguito la questione riguardante il progetto di realizzazione di una barriera anti erosione, in prossimità dell’accesso alla spiaggia della Toscana a Santa Marinella. «Dopo aver avuto notizia del progetto – spiega Soracco – averlo visionato e aver appurato, anche grazie all’interessamento di tecnici oceanologi, che si trattava di un progetto molto rischioso dal punto di vista dell’impatto ambientale, ho sposato la linea del comitato cittadino ‘‘Costa Viva’’, formato da appassionati del surf come me, che si esprimeva con forza contro la realizzazione dell’opera così come progettata. Ho quindi intrapreso la strada più complicata ma, con mio grande convincimento, quella più giusta e sensata: cercare di risolvere i problemi nel modo migliore. Da qui l’esigenza di fare il moderatore tra le parti ed iniziare una lunga serie di incontri  in cui ha sempre partecipato il sindaco Roberto Bacheca, il Sib rappresentato dalla presidente Rosetta Repetto ed il comitato Costa Viva. Con la delibera di giunta di venerdi, si è deciso di effettuare nuovi studi tecnici per nuove linee guida per il definitivo intervento sull’area in questione che dovrà mettere in sicurezza  quello che ad oggi è l’unico accesso pedonale (che tale deve rimanere) alla spiaggia, (una delle più belle di Santa Marinella ), senza modificare le caratteristiche idrodinamiche e costiere di quella e di tutte le aree circostanti (comprea Banzai Beach), riducendo l’impatto ambientale e garantendo che il progetto venga condiviso e illustrato a tutte le parti interessate e alla cittadinanza. Questa è la nuova ricetta che i nostri futuri amministratori dovranno sempre seguire per affrontare le problematiche del nostro territorio : buon senso, condivisione, tecnicità, perseveranza nel seguire le questioni poste in essere, e soprattutto utilizzare il nostro territorio preservandolo ma anche sviluppandolo economicamente secondo  modalità  sane e attente all’ambiente».

ULTIME NEWS