Pubblicato il

Cinque ‘‘lanci’’ in più per combattere il cinipide

ALLUMIERE. Passi  in avanti nella lotta al parassita del castagno Battilocchio e la sua giunta hanno lavorato per acquistare i quantitativi in più di Torymus  

ALLUMIERE. Passi  in avanti nella lotta al parassita del castagno Battilocchio e la sua giunta hanno lavorato per acquistare i quantitativi in più di Torymus  

ALLUMIERE – Soddisfazione in collina per il decisivo passo in avanti nella lotta al cinipide del castagno. Nei giorni scorsi il delegato all’Ambiente di Allumiere, Marco Bastianini con alcuni soci della cooperativa “Il Castagneto” si sono recati alla stazione Tiburtina di Roma, dove un convoglio proveniente dal Piemonte ha recapitato loro le provette con le coppie di Torymus Sinensis (l’antagonista naturale del cinipide). Sono stati prelevati non solo i quantitativi dei due lanci istituzionali, accordati dalla Regione Lazio ad Allumiere e Tolfa, ma anche altri 5 lanci aggiuntivi, acquistati a proprie spese dal comune di Allumiere. Il 30 aprile il contenuto è stato liberato nelle località stabilite. All’operazione di lancio hanno partecipato il delegato all’Ambiente Bastianini e Simonetto (fondatore de Il Castagneto); loro due a marzo avevano partecipato, col consigliere dell’Università Agraria di Allumiere Stefanini, ad un “Workshop. Piena soddisfazione è stata espressa dal sindaco Augusto Battilocchio e della sua giunta che, ascoltando l’appello dei castanicoltori locali, hanno lavorato per acquistare i quantitativi aggiuntivi di Torymus, indispensabili per intensificare la lotta al cinipide, già pronti per il prossimo anno per ulteriori e maggiori acquisti ed interventi. «L’auspicio è che – spiega Battilocchio – che il settore della castanicoltura possa riprendersi velocemente anche perché sono già iniziati i lavori per la struttura di ricovero, magazzinaggio e prima lavorazione delle castagne». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS