Pubblicato il

«Bacheca vero protagonista di alternativa e cambiamento»

SANTA MARINELLA. Gli esponenti del centrodestra smontano le dichiarazioni dell’avversario. «Ci chiediamo su quali ‘‘fronti’’ e programmi il buon Massimiliano chieda la fiducia per la sua Coalizione. La Perla del Tirreno è diventata una città all’avanguardia con raccolta differenziata e videosorveglianza»

SANTA MARINELLA. Gli esponenti del centrodestra smontano le dichiarazioni dell’avversario. «Ci chiediamo su quali ‘‘fronti’’ e programmi il buon Massimiliano chieda la fiducia per la sua Coalizione. La Perla del Tirreno è diventata una città all’avanguardia con raccolta differenziata e videosorveglianza»

SANTA MARINELLA – Bacheca il vero protagonista di alternativa e cambiamento. A sostenerlo sono gli esponenti del centrodestra che attaccano la Coalizione di centrosinistra e il candidato sindaco Massimiliano Fronti. «Ci chiediamo su quali ‘‘fronti’’ e programmi il buon Massimiliano chieda la fiducia per la sua coalizione – attaccano dal Pdl – Pare, dagli articoli di giornale, che chieda la fiducia, ad esempio, per ‘‘riavvicinare le persone alla politica. Come? ci chiediamo noi, con un partito come l’Udc sotto al 2%, o con un alleato come il PD che, solo grazie alla responsabilità del Pdl, può finalmente dare un Governo al Paese? Con le roboanti e mal copiate promesse di nuovi parchi pubblici in posti con tanti vincoli paesaggistici? Strano, il candidato Fronti, da affermato architetto e professionista nell’impresa di famiglia, dovrebbe saperle certe cose». «Dice di avere un programma di pulizia e decoro – proseguono dal centrodestra -: lo invitiamo a considerare Santa Marinella una città già all’avanguardia in questo, con raccolta differenziata e, da poco, con videosorveglianza. Non alzi gli occhi al cielo solo per rilevare misure o controllare le gru, guardi obiettivamente ad altezza uomo, sia sincero con se stesso e con i cittadini ai quali chiede il voto. Non chieda loro il voto disgiunto per paura di una sonora debacle». «‘Sono l’alternativa’, dice. Certo, aggiungiamo noi – proseguono – giovane, preparato, politicamente apprezzato, con cinque anni di attività ed obiettivi riconosciuti e visibili a tutti. Peccato che il profilo decritto non corrisponda a Fronti ma al sindaco Bacheca, che su alternativa e cambiamento ha sviluppato gli anni del suo mandato. Ci chiediamo il valore aggiunto della Coalizione di ‘‘quel che rimane del centro-di una parte di sinistra, e la oramai inflazionata società civile’’, cosa offrirà in termini di credibilità una coalizione in cui coabitano ambientalisti ed imprenditori edili, indefiniti movimenti e liste civiche, i cui programmi sono esclusivamente frutto di attacchi gratuiti: esiste la raccolta differenziata ma è colpa del sindaco se non funziona bene, i negozi chiudono e sicuramente è colpa dell’amministrazione Bacheca, il lavoro manca ed è tutta colpa del Sindaco. Questi i temi della Coalizione pseudo-centro-sinistrorsa. Temi o, sarebbe peggio programmi elettorali, che hanno la stessa consistenza del fumo negli occhi dei cittadini che, siamo sicuri, sapranno scegliere con il cuore e la coscienza». 

ULTIME NEWS