Pubblicato il

«Scogliera alla Toscana, il progetto deve essere bloccato»

Intervento del candidato sindaco Massimiliano Fronti

Intervento del candidato sindaco Massimiliano Fronti

S. MARINELLA – Il candidato sindaco della Coalizione, Massimiliano Fronti, interviene sulla problematica relativa alla realizzazione di una scogliera in zona La Toscana, smentendo il sindaco Roberto Bacheca che aveva affermato, dopo una forte protesta dei surfisti, che il progetto era stato bloccato. «La delibera, relativa alla realizzazione del muraglione alla spiaggia della Toscana che modificherebbe irreparabilmente un tratto di costa unico sia per la sua bellezza che per le attività legate al surf, non è stata bloccata ma è stato solo richiesto al progettista di modificare il progetto – dice Fronti – questa soluzione non garantisce i cittadini e i surfisti. Il progetto deve essere bloccato e siamo pronti a farlo una volta che amministreremo la città. Il progettista deve adeguarsi alle esigenze dei cittadini e dei surfisti, salvaguardare la costa, l’accesso alla spiaggia ed evitare l’erosione. Un progetto può essere valido, realizzabile e attuabile dal punto di vista tecnico, ma inopportuno per quanto riguarda l’integrazione con il contesto, il paesaggio, la costa e la volontà popolare. Invito Marco Soracco, persona che conosco da anni che stimo e apprezzo per l’impegno, che si è fatto portavoce di questa situazione, ad una azione chiara e decisa e a non farsi fare false promesse o credere a improbabili soluzioni intermedie, ma pretendere fin da subito che il progetto sia fermato, come noi, faremo appena insediati». «Perchè il sindaco attuale e la sua giunta non hanno fatto un’azione concreta in tal senso? – si domanda il candidato della Coalizione – Perchè, invece di fare una delibera che chiede allo stesso progettista di verificare il progetto, non ci si è impegnati fin da subito a fermare prima e rivedere poi il progetto, dando indicazioni precise su cosa i cittadini e surfisti non vogliono e cosa deve essere salvaguardato? In questo caso si rischia, un’altra volta, di vedere realizzata un’opera come quella fatta negli anni passati al Km 58, dove dietro un parere tecnico, contro il volere dei cittadini e dei surfisti, è stato distrutto irreparabilmente uno degli spot più importanti a livello nazionale». «La Coalizione è pronta a voltare pagina e collaborare con tutte quelle persone che si riconosco nel nostro programma e nei nostri principi, siamo contrari a soluzioni che non salvaguardano la costa, i diritti dei cittadini, i surfisti, inoltre, come più volte detto vogliamo che Santa Marinella diventi la capitale del surf in Italia – conclude Fronti – vogliamo dare a questo sport il giusto riconoscimento facendo opere atte a promuoverlo e incentivarlo, anche attraverso la realizzazione di servizi ricettivi dislocati lungo il territorio, invece progetti come quello proposto dalla giunta Bacheca non verranno mai realizzati con la nostra amministrazione non vogliamo che la storia si ripeta».

ULTIME NEWS