Pubblicato il

Fumata nera per la Holding

Fumata nera per la Holding

Oggi il tavolo tecnico alla Pisana. Assente il tecnico del bilancio. L'assessore Serpente: "Abbiamo presentato tutti i dati, attendiamo una nuova convocazione"

CIVITAVECCHIA – Ancora nessuna fumata bianca dalla Pisana per il caso Hcs.
Si è svolto pomeriggio il tavolo interlocutorio fiume tra i direttori generali del dipartimento dello Sviluppo e del Lavoro, l’amministrazione comunale e i sindacati. A finire sul tavolo dei dirigenti regionali, ancora una volta, le proposte del Comune e dei sindacati per tentare di salvare la holding e tutti i posti del lavoro. Ma ancora una volta, la Regione si è riservata di fornire una soluzione. A mancare all’appello era il tecnico del bilancio. L’unico in grado di dire se nelle casse della Pisana, ci siano i fondi necessari a riaprire la cassa integrazione o a operare diversamente (rilevando i servizi di igiene ambientale, come auspicato dai sindacati). «La Regione – ha spiegato l’assessore al Lavoro Sergio Serpente – ha ascoltato le nostre posizioni (da un lato il Comune e dall’altro i sindacati) e ci hanno detto che valuteranno il da farsi dopo aver consultato il tecnico del bilancio. Inoltre – ha aggiunto Serpente – i direttori generali hanno anche preso atto della lettera del sindaco Tidei indirizzata al presidente Nicola Zingaretti». Nuovo appuntamento a data da destinarsi. Certo è che bisogna fare in fretta. Da un lato, entro 60 giorni arriverà infatti la decisione del giudice fallimentare. Dall’altro, forse ancor più preoccupante, entro novembre l’amministrazione dovrà reperire  circa 7milioni di euro per il pagamento della prima rata dei debiti che i creditori hanno accettato di dilazionare in sei anni, con la firma del concordato.

ULTIME NEWS