Pubblicato il

Servizi pubblici locali, rassegna normativa del Ministero dello Sviluppo Economico

OSSERVATORIO GIURIDICO ECONOMICO

OSSERVATORIO GIURIDICO ECONOMICO

di MARIASSUNTA COZZOLINO

Le pubbliche amministrazioni, gli operatori economici ed i cittadini in genere da alcuni giorni hanno a disposizione un documento di estremo interesse per la conoscenza di un settore, considerato tra i più strategici per favorire la crescita economica del Paese e la ripresa degli investimenti a livello territoriale: il MISE (Ministero dello Sviluppo economico) – in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e Invitalia (Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo Sviluppo d’impresa) – ha, infatti, pubblicato una rassegna della normativa e della giurisprudenza nazionali ed europee applicabili ai servizi pubblici locali c.d. di rilevanza economica, alla cui stesura hanno partecipato anche i rappresentanti delle associazioni di categoria Federutility, Federambiente, Asstra e Confservizi. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la conoscenza e facilitare la comprensione di una materia decisamente spinosa contribuendo, così, non solo ad un “rafforzamento della capacità istituzionale delle autonomie territoriali”, ma, altresì, ad una maggiore partecipazione e controllo da parte dei cittadini, anche alla luce del recentissimo Decreto Trasparenza (d.lgs 33/2013), che rafforza il ruolo della parte ‘civica’ nella programmazione e gestione delle c.d. utilities. Ma cosa sono i servizi pubblici locali? E cosa s’intende per “rilevanza economica”?
SERVIZI PUBBLICI LOCALI – Gli enti locali, nell’ambito delle rispettive competenze, provvedono alla gestione dei servizi che – in quanto abbiano per oggetto la produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo economico e civile delle comunità locali (art. 112 comma 1 TUEL) – sono qualificati come ‘pubblici locali’.
RILEVANZA ECONOMICA – Sono definiti di rilevanza economica i servizi pubblici locali (SPL) che perseguono il benessere della collettività, secondo forme e modalità tipiche della gestione imprenditoriale, quali, ad esempio:
 la distribuzione dell’energia elettrica e del gas naturale; il servizio idrico integrato; la gestione dei rifiuti urbani; il trasporto pubblico locale. Il documento è disponibile in: http://bit.ly/18ALPFX  Fonte: www.sviluppoeconomico.gov.it

ULTIME NEWS