Pubblicato il

Commissariamento dell'Ater, mozione anche da centro destra e polo civico

Condividi

Dopo quella della Margherita, una seconda mozione è stata presentata all'attenzione del consiglio comunale finalizzata alla rimozione del presidente e del Cda dell'Ater e al conseguente commissariamento dell'ente. A depositarla sono stati i consiglieri Gianni De Paolis (Il Risveglio) Gino Vinaccia (Udc), Mario Santu, Alvaro Balloni (Polo Civico), Enrico Zappacosta (An), Gabriella Saracco e Alessia Calanni (Forza Italia). La motivazione è quella della procedura che ha portato al licenziamento dell'ingegner Mauro Nunzi. I consiglieri nel documento sottolineano che «il Sindaco, allo scopo impegnato dal Consiglio comunale del luglio, ha chiesto all'assessore regionale, Astorre, di poter effettuare le verifiche necessarie relativamente alla procedura attivata dall'Ater a carico dell'ing. Nunzi e la sospensione del licenziamento fino al pronunciamento del Giudice del lavoro del Tribunale di Civitavecchia, in merito ai ricorsi presentati dall'Ater contro la transazione sottoscritta nell'anno 2005». La richiesta però «non ha avuto alcun seguito, anzi risulta che il CDA dell'Ater, nella sua autonomia, nella seduta del 26 luglio, aveva già  fissato per l'8 agosto ( giorno prima dell'udienza fissata in Tribunale) la seduta per decidere definitivamente sul licenziamento dell'ing. Nunzi». Da notare che dal documento, sottoscritto da Forza Italia, manca la firma del consigliere Alessio Romagnuolo.


Condividi

ULTIME NEWS