Pubblicato il

Etm in crescita. La Spa punta a turismo e merci

Il presidente dell'azienda Salvatore Renda snocciola i dati degli ultimi 11 mesi di attività . In aumento il fatturato, il valore dell'azienda e il numero di occupati

Il presidente dell'azienda Salvatore Renda snocciola i dati degli ultimi 11 mesi di attività . In aumento il fatturato, il valore dell'azienda e il numero di occupati

DELOGUdi MARCO SETACCIOLI

I risultati dell'azienda parlano da soli. Non ha dubbi il presidente dell'Etm Salvatore Renda, che questa mattina è anche intervenuto personalmente per chiarire alcuni aspetti in merito alla polemica sorta in seguito all'esposto presentato dai sindacati su alcuni aspetti della gestione della Spa.

Secondo Renda infatti quanto realizzato negli ultimi 11 mesi di gestione è tutto in cifre che lasciano poco spazio alle interpretazioni. Un fatturato cresciuto del 25% rispetto all'anno precedente, un utile nuovamente in attivo ed un patrimonio in crescita di 800 mila euro (700 mila dei quali dovuti all'investimento in nuovi mezzi, tra i quali 2 pullman gran turismo, 4 autobus e 2 carroattrezzi), che, insieme alla riduzione di circa 123 mila euro del debito trasferito dal Comune, dà nno come risultato una crescita del valore dell'azienda di quasi un milione di euro. «E tutto questo lo abbiamo fatto « prosegue il presidente « mentre portavamo il numero di dipendenti da 11 a 70 e mentre stilavamo un piano industriale che ci permette di ipotizzare una ulteriore crescita per questa azienda, che tra due anni potrebbe arrivare a contare 150 dipendenti».

Cifre che, sottolinea ancora Renda, non sono buttate a caso, ma sono frutto di ipotesi di sviluppo nei settori del turismo e del traffico merci. Nel primo caso sono già  stati avviati i contatti con Aloschi, il più grande intermediario per l'offerta di pacchetti turistici alle compagnie di navigazione che operano nel crocierismo. «Nel 2006 abbiamo destinato a questo servizio due pullman gran turismo « ha spiegato Renda « ma l'anno prossimo potrebbero servirne molti di più, con la conseguente creazione di nuovi posti di lavoro. Quella del trasporto merci è poi una ipotesi che stiamo valutando dal punto di vista industriale con particolare attenzione al settore dei container».

Ci sarebbero poi eventualmente altri 8 posti di lavoro, che si potrebbero creare con la nascita del parcheggio multipiano. «Una struttura « aggiunge Renda « che ha già  incassato l'ok dei Vigili del Fuoco e di tutti gli altri enti preposti e per il quale addirittura i materiali sono stati preparati e sono pronti a partire. A mancare « precisa « è solo il permesso del Comune di Civitavecchia, atteso del 23 maggio».

«Insomma, nonostante le tante invidie « afferma ancora il presidente della Spa con una pizzico di polemica « la consapevolezza di avere avviato un'esperienza positiva e di puntellarla quotidianamente con la professionalità  e la voglia di fare dei nostri ragazzi, ci autorizza a pensare in grande e dimostrare che anche a Civitavecchia, con poche chiacchiere, si può costruire una esperienza in grado di competere su tutti gli scenari. Sono orgoglioso di rappresentare questo gruppo di lavoro».

ULTIME NEWS