Pubblicato il

Farini: In via Adige non si metta una pietra

Proseguono gli interventi sulla vicenda dell'area attualmente occupata dalla sottostazione Enel (in via di dismissione) e sulla quale sarebbe stata avanzata una richiesta di concessione per la costruzione di 50 appartamenti.

Sull'argomento interviene stavolta anche il capogruppo del Centro Sinistra per la Città  nella Terza Circoscrizione Mario Farini.

«Non vorrei – dice l'ex presidente della Quarta – che si stesse montando una gazzarra ad arte per non parlare del problema posto dall'ex Assessore Roberto Tamagnini e in seconda battuta dai Consiglieri della Terza Circoscrizione».

Farini spiega anche che «nessuno ha chiesto qual è la ditta che vuole costruire (anche se questo non può essere un segreto), ma in ogni caso sosteniamo che lì non si può e non si deve costruire». E le ragioni secondo l'ex presidente della Quarta sono due di fondamentale importanza per la città . «Intanto – spiega – nel 1990 all'ENEL fu concessa una deroga agli indici edilizi ed un mutamento di destinazione dell'area. Inoltre i sostenitori delle costruzioni ci dicono che il Diritto va tutelato. Io credo che in tutte le società  il primo diritto è quello collettivo, e non mi sembra che altri palazzi siano indispensabili in quella zona».

A questo proposito è stata convocata per giovedì prossimo alle 18 presso il Centro Sociale di Via Veneto l'intera Circoscrizione. «In quella occasione « conclude Farini – proporrò l'istituzione di una Commissione che accerti se vi sono state modifiche all'orientamento generale all'insaputa dell'Organo decentrato. Certo che questo sia l'interesse della Collettività  invitiamo i cittadini alla partecipazione».

ULTIME NEWS